Infaticabile Stefano Cagol. Dopo la Norvegia, la Germania: la RWE Foundation gli assegna una residenza a Essen. In cantiere un progetto sull’energia

Stefano Cagol conferma la sua predilezione per i mezzi effimeri, ma dalla natura fortemente simbolica, come il ghiaccio, la luce, l’energia. Mentre è in Norvegia, per trascorrere un periodo di residenza presso lo USF Verftet/Bergen Council di Bergen, Cagol riceve il RWE Visit 2014, vincendo su oltre cento candidature. Grazie alla RWE Foundation, istituto con sede […]

Stefano Cagol, The End of The Border (of the mind), 2013, light action, van, power generator, beam, 7000 W

Stefano Cagol conferma la sua predilezione per i mezzi effimeri, ma dalla natura fortemente simbolica, come il ghiaccio, la luce, l’energia. Mentre è in Norvegia, per trascorrere un periodo di residenza presso lo USF Verftet/Bergen Council di Bergen, Cagol riceve il RWE Visit 2014, vincendo su oltre cento candidature. Grazie alla RWE Foundation, istituto con sede a Essen, l’artista trentino con vocazione da globetrotter, potrà realizzare ‘The Body of Energy’, un progetto multiforme che lo vedrà a lungo in giro per l’Europa: video, foto, web, installazione e una serie di destinazioni geografiche da programmare.
Il VISIT program della RWE Foudation nasce per promuovere giovani talenti nel campo delle arti visive, offrendo loro uno spazio libero in cui dare vita a un’opera originale; su invito della Fondazione, gli artisti selezionati svilupperanno il loro progetto, nell’arco di sei mesi, sulla base dei temi cari a RWE: l’energia, le sue diverse forme, la sua rilevanza sociale e i molti campi d’applicazione. Con oltre 120 milioni di clienti, dislocati principalmente tra l’Europa e il Nord America, la RWE è infatti il secondo maggior produttore di elettricità tedesco. L’altra borsa di RWE Foundation – ne vengono assegnate due all’anno – va a Merlin Baum di Düsseldorf. A conclusione del soggiorno saranno prodotti un catalogo e una mostra presso un museo tedesco.

http://www.rwe.com/web/cms/en/588662/visit-programm/

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Helga Marsala
Helga Marsala è critica d'arte, giornalista, editorialista culturale e curatrice. Insegna all'Accademia di Belle Arti di Roma, dove è stata anche responsabile dell'ufficio comunicazione. Collaboratrice da anni di testate nazionali di settore, ha lavorato a lungo come caporedattore per la piattaforma editoriale Exibart. Nel 2011 è nel gruppo che progetta e lancia la piattaforma Artribune, dove ancora oggi lavora come autore e membro dello staff di direzione. Svolge un’attività di approfondimento teorico attraverso saggi e contributi critici all’interno di pubblicazioni e cataloghi d’arte e cultura contemporanea. Scrive di arti visive, arte pubblica e arte urbana, politica, costume, comunicazione, attualità, moda, musica e linguaggi creativi contemporanei. È stata curatorice dell’Archivio S.A.C.S (Sportello Artisti Contemporanei Siciliani) presso Riso Museo d'arte contemporanea della Sicilia e membro del Comitato Scientifico, collaborando a più riprese con progetti espositivi, editoriali e di ricerca del Museo. Cura mostre e progetti presso spazi pubblici e privati in Italia, seguendo il lavoro di artisti italiani ed internazionali. Dal 2018 al 2020 ha lavorato come Consulente per la Cultura del Presidente della Regione Siciliana e dell'Assessore dei Beni Culturali e dell'Identità Siciliana.