Opportunità a Massa Carrara per tre artisti under 35. Uscito il nuovo bando di “Invasioni”: residenze e progetti sul territorio, per riattivare con l’arte dei ‘dispositivi inattuali’

Saranno tre gli artisti italiani under 35 scelti, tramite bando pubblico, per la seconda edizione di “Invasioni”, progetto stabile per la provincia di Massa-Carrara, interamente dedicato ai linguaggi creativi contemporanei. “Dispositivi Inattuali” è il tema identificato quest’anno, in riferimento a quei luoghi fortemente connotati dal punto di vista dell’identità storica e della  forza simbolica, ma […]

Castello Malaspina, Massa

Saranno tre gli artisti italiani under 35 scelti, tramite bando pubblico, per la seconda edizione di “Invasioni”, progetto stabile per la provincia di Massa-Carrara, interamente dedicato ai linguaggi creativi contemporanei. “Dispositivi Inattuali” è il tema identificato quest’anno, in riferimento a quei luoghi fortemente connotati dal punto di vista dell’identità storica e della  forza simbolica, ma che hanno perso la loro centralità o funzione rispetto al contesto sociale. Luoghi dimenticati, assopiti, da rivitalizzare, da riprogettare o semplicemente da tornare a “vedere”: il carattere di inattualità, grazie all’azione dell’arte, diventa potenzialità, chance di cambiamento e di ridefinizione del senso rispetto alla percezione delle comunità.  L’obiettivo reale, come spesso accade in questi casi, è quello di percorre una strada nuova verso la consapevolezza e il recupero dell’appartenenza. I tre dispositivi inattuali – definiti come “stazioni”-  da cui dovranno partire progetti e attività, sono il Castello Malaspina a Massa, il quartiere Grazzano a Carrara, il Museo della Resistenza di Fosdinovo.
Così, muovendosi tra memoria collettiva, valorizzazione del territorio, dimensione pubblica, innesti tra storia, paesaggio e architettura, gli artisti avranno la possibilità di trascorrere un periodo di residenza, lavorando a un progetto che sia realmente in sintonia con la natura del luogo: non un semplice segno sovrapposto, formale, decorativo, ma il risultato di un percorso di lettura e di pensiero, attraverso cui ricevere energie, suggestioni, informazioni.
Nel 2013, per la prima edizione, il progetto aveva coinvolto altre due sedi: il castello Malaspina di Fosdinovo e la segheria di marmo “Fratelli Giorgini” di Massa; da questi hub si erano irradiate una serie di attività creative, distribuite in più step e affidate ad alcune associazioni culturali: Blitz Art, Le Falene, L’ospite inatteso, Lo Spino Bianco, Omnia, Semi Cattivi, Eliogabalo, Studio 47.
I vincitori del bando 2014 – a cui sono offerte l’ospitalità e un fee di 1.200 euro lorde, comprensivo di spese di viaggio e produzione – termineranno i loro periodi di residenza con la presentazione al pubblico delle tre stazioni. Dead line per inviare le candidature fissata al 10 aprile 2014, con la pubblicazione dei risultati prevista per il 28. Dal 23 al 29 giugno si svolgeranno quindi i soggiorni degli artisti.

Portale provincia Massa Carrara – Info e bando
[email protected]

Iscriviti a Incanti. Il settimanale di Artribune sul mercato dell'arte

 
 

 

 

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Helga Marsala
Helga Marsala è critica d’arte, giornalista, editorialista culturale e curatrice. Insegna all’Accademia di Belle Arti di Palermo e di Roma (dove è stata anche responsabile dell’ufficio comunicazione). Collaboratrice da vent’anni anni di testate nazionali di settore, ha lavorato a lungo, fino al 2010, come caporedattore per la piattaforma editoriale Exibart. Nel 2011 è nel gruppo che progetta e lancia la testata culturale Artribune, dove ancora oggi lavora come editorialista, collaborando col team di direzione e operando come curatrice e project manager nel nuovo comparto aziendale Artribune Produzioni. Svolge un’attività di approfondimento teorico attraverso saggi e contributi critici all’interno di pubblicazioni d’arte e cultura contemporanea. Scrive di arti visive, arte pubblica, politica, costume, comunicazione, attualità e linguaggi creativi contemporanei. Presso Riso Museo d’Arte contemporanea della Sicilia è stata curatrice dell’Archivio S.A.C.S (Sportello Artisti Contemporanei Siciliani) e membro del Comitato Scientifico, collaborando a più riprese con progetti espositivi, editoriali e di ricerca del Museo. Cura mostre e progetti, prevalentemente presso spazi pubblici italiani, seguendo il lavoro di artisti italiani ed internazionali. È stata membro di commissioni e giurie per premi/residenze d’ambito nazionale, riservati ad artisti. Dal 2018 al 2020 ha lavorato come Consulente per la Cultura del Presidente della Regione Siciliana e dell’Assessore dei Beni Culturali e dell’Identità Siciliana.