Nasce lucidOpaco, a Celico, nel cuore della Presila cosentina. Un nuovo spazio per l’arte contemporanea, che lancia le sue attività con la fotografia di Alfredo Anfossi

È il fotografo di origini svizzere Alfredo Anfossi a inaugurare le attività di lucidOpaco, primo spazio per l’arte contemporanea che nasce a Celico, in provincia di Cosenza. “Veglie e disincanto” è un viaggio esistenziale per immagini, che, partendo dall’osservazione del reale, lascia fluire l’immaginazione sul filo di una narrazione poetica. Due pareti, su cui il bianco e il nero della […]

Alfredo Anfossi, Ithaca

È il fotografo di origini svizzere Alfredo Anfossi a inaugurare le attività di lucidOpaco, primo spazio per l’arte contemporanea che nasce a Celico, in provincia di Cosenza. “Veglie e disincanto” è un viaggio esistenziale per immagini, che, partendo dall’osservazione del reale, lascia fluire l’immaginazione sul filo di una narrazione poetica. Due pareti, su cui il bianco e il nero della serie “Ithaca” si contrappone al colore di “Patria Mia”. Su questa doppia linea si sviluppano due racconti, distinti ma generati da uno stesso ceppo concettuale, da uno stesso approccio verso la luce e le immagini, nonostante le apparenti differenze di forma e di stile. Il primo,Ithaca”, è un lavoro autobiografico iniziato nel 2012 e costruito da una sequenza di dittici: suggestioni emotive e sentimentali contrapposte, che procedono per conflitti, per dualità, per oscillazioni radicali. Patria Mia”, invece, registra e racconta colori e atmosfere delle comunità del Sud America, catturandone radici, identità, tradizioni, ritualità quotidiane, ma anche gli scorci degli sterminati paesaggi che fungono da scenografica ambientazione.
Lo spazio, grande in tutto 100 metri quadrati, riserva un quarto della superficie a dei piccoli progetti espositivi, tutti concepiti ad hoc, mentre la restante parte è stata trasformata in guest room per residenze d’artista. La mostra di Anfossi è il primo appuntamento di una rassegna dal titolo “Primevisioni”, interamente dedicaticata ad artisti emergenti.

Alfredo Anfossi, “Veglie e disincanto”
opening: 8 marzo 2014, ore 18
lucidOpaco, Celico: Cosenza – Via Aldo Moro 26

Iscriviti a Incanti. Il settimanale di Artribune sul mercato dell'arte

 
 
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Helga Marsala
Helga Marsala è critica d’arte, giornalista, editorialista culturale e curatrice. Insegna all’Accademia di Belle Arti di Palermo e di Roma (dove è stata anche responsabile dell’ufficio comunicazione). Collaboratrice da vent’anni anni di testate nazionali di settore, ha lavorato a lungo, fino al 2010, come caporedattore per la piattaforma editoriale Exibart. Nel 2011 è nel gruppo che progetta e lancia la testata culturale Artribune, dove ancora oggi lavora come editorialista, collaborando col team di direzione e operando come curatrice e project manager nel nuovo comparto aziendale Artribune Produzioni. Svolge un’attività di approfondimento teorico attraverso saggi e contributi critici all’interno di pubblicazioni d’arte e cultura contemporanea. Scrive di arti visive, arte pubblica, politica, costume, comunicazione, attualità e linguaggi creativi contemporanei. Presso Riso Museo d’Arte contemporanea della Sicilia è stata curatrice dell’Archivio S.A.C.S (Sportello Artisti Contemporanei Siciliani) e membro del Comitato Scientifico, collaborando a più riprese con progetti espositivi, editoriali e di ricerca del Museo. Cura mostre e progetti, prevalentemente presso spazi pubblici italiani, seguendo il lavoro di artisti italiani ed internazionali. È stata membro di commissioni e giurie per premi/residenze d’ambito nazionale, riservati ad artisti. Dal 2018 al 2020 ha lavorato come Consulente per la Cultura del Presidente della Regione Siciliana e dell’Assessore dei Beni Culturali e dell’Identità Siciliana.