Lo Strillone: tanti ma scoordinati i musei d’Italia, i risultati dell’indagine Istat su La Repubblica. E poi Luca Beatrice sul “caso Vezzoli”, consigli per gli acquisti in ottica Art Basel Miami, i disegni di David Lynch in mostra a Los Angeles…

Ce n’è uno ogni tredicimila abitanti, ovvero uno ogni tre comuni. Ma la metà dei circa 100 milioni di visitatori complessivi si concentra, ogni anno, in Toscana, Lazio e Lombardia. Fotografia dei musei italiani su La Repubblica, che commenta i numeri raccolti dall’ISTAT; mentre Avvenire presenta a Pisa il nuovo Museo delle navi antiche. Capitolo […]

Quotidiani
Quotidiani

Ce n’è uno ogni tredicimila abitanti, ovvero uno ogni tre comuni. Ma la metà dei circa 100 milioni di visitatori complessivi si concentra, ogni anno, in Toscana, Lazio e Lombardia. Fotografia dei musei italiani su La Repubblica, che commenta i numeri raccolti dall’ISTAT; mentre Avvenire presenta a Pisa il nuovo Museo delle navi antiche.

Capitolo grandi firme: Luca Beatrice dice la sua, su Il Giornale, in merito alla tentata traslazione della chiesa di Montegiordano da parte di Francesco Vezzoli; Renato Barilli spiega su L’Unità la mostra che celebra Massimo Minini alla Triennale di Milano.

Corriere della Sera a Berlino per la mostra di Dennis Gun, Quotidiano Nazionale a Villa Torlonia per sessant’anni di moda al Quirinale: gli abiti dei Presidenti della Repubblica raccontano lo stile del Paese. A Roma anche Libero per le sei installazioni con cui Fabrizio Plessi celebra i cinquant’anni di Adnkronos.

I disegni di David Lynch esposti a Los Angeles e su L’Espresso, Klimt a Londra per Sette. Occhio alle sòle! Vademecum in vista di Art Basel Miami su Panorama, con il consiglio di puntare sui giovanissimi… ma senza strafare! Old school invece Il Venerdì, che si emoziona per Vasari a Palazzo Pitti.

– Lo Strillone di Artribune è Francesco Sala

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Francesco Sala è nato un mesetto dopo la vittoria dei mondiali. Quelli fichi contro la Germania: non quelli ai rigori contro la Francia. Lo ha fatto (nascere) a Voghera, il che lo rende compaesano di Alberto Arbasino, del papà di Marinetti e di Valentino (lo stilista). Ha fatto l'aiuto falegname, l'operaio stagionale, il bracciante agricolo, il lavapiatti, il cameriere, il barista, il fattorino delle pizze, lo speaker in radio, l'addetto stampa, il macchinista teatrale, il runner ai concerti. Ha una laurea specialistica in storia dell'arte. Ha fatto un corso di perfezionamento in economia e managment per i beni culturali, così sembra tutto più serio. Ha fatto il giornalista per una televisione locale. Ha condotto un telegiornale che, nel 2010, ha vinto il premio speciale "tg d'oro" della rivista Millecanali - Gruppo 24Ore. Una specie di Telegatto per nerd. E' molto interista.