A scuola di arte pubblica. Adesso arriva anche un master, lo tiene a Bologna la Libera Università delle Arti: grandi nomi fra i docenti, ancora un mese per iscriversi

L’arte pubblica si insegna a scuola. E il Master lo promuove – a partire dal mese di febbraio – L.UN.A., la Libera Università delle Arti di Bologna, dando l’opportunità agli aspiranti curatori, ma anche agli artisti e in generale agli operatori culturali, di approfondire le tematiche e le pratiche legate al contesto pubblico. Spazio sociale, […]

Barbara Fässler, fra i docenti del master

L’arte pubblica si insegna a scuola. E il Master lo promuove – a partire dal mese di febbraio – L.UN.A., la Libera Università delle Arti di Bologna, dando l’opportunità agli aspiranti curatori, ma anche agli artisti e in generale agli operatori culturali, di approfondire le tematiche e le pratiche legate al contesto pubblico. Spazio sociale, politico e culturale sono gli ambiti ai quali guarda il corso, che si articolerà in fasi teoriche e pratiche, analizzando inoltre le best practices del settore. Tra i docenti, nomi conosciuti nel settore come il collettivo torinese a.titolo, l’artista zurighese Barbara Fässler, lo storico dell’arte Elio Grazioli, l’artista Wolfgang Weileder. E ancora i curatori Alessandra Pioselli, Roberto Pinto, Roberto Daolio, tra i molti professionisti che insegneranno nel corso coordinato da Gino Gianuizzi.
Il termine delle lezioni, dedicate ai diplomati delle Accademie di Belle Arti, ai laureati negli ambiti disciplinari delle Culture moderne e contemporanee e alle professionalità del mondo dell’arte con un curriculum coerente (i quali potranno inoltre concorrere ad una borsa di studio parziale), è previsto per luglio 2013. Obiettivo, offrire una formazione avanzata legata a queste pratiche. “La riflessione principale da cui muove la reinterpretazione del ruolo di artisti, curatori, manager della cultura, etc. – si legge sull’application – riguarda il rapporto della pratica artistica con la sfera pubblica, intesa come spazio sociale, politico e culturale. Oltre alle fondamentali conoscenze di art theory e storia dell’arte, si acquisiranno in maniera critica differenti case studies di pratiche artistiche contemporanee, norme e standard per interventi d’arte pubblica; saranno forniti, quindi, gli strumenti di progettazione, organizzazione e management per elaborare e proporre un progetto reale di mostra, azione o intervento”. Retta 8mila euro iva inclusa, iscrizioni entro il 10 febbraio.

Info: [email protected] / +39 0515880788 Rif. Lorenzo Boscato