Quattro artisti in cella a The Others. Sono i vincitori delle passate edizioni di Autofocus, il concorso di Vanni occhiali. Che quest’anno premia Cosimo Veneziano con una mostra nello showroom di Torino

Torinesi sono il marchio promotore e l’artista vincitore di Autofocus 4, il concorso promosso da Vanni occhiali – brand che mixa la qualità artigianale al design, da tempo attivissimo nel supporto alle arti visive – con il patrocinio del GAI, giunto alla sua quarta edizione. Il progetto di mostra di Cosimo Veneziano ha convinto la critica d’arte […]

Cosimo Veneziano - L'epoca delle passioni tristi

Torinesi sono il marchio promotore e l’artista vincitore di Autofocus 4, il concorso promosso da Vanni occhiali – brand che mixa la qualità artigianale al design, da tempo attivissimo nel supporto alle arti visive – con il patrocinio del GAI, giunto alla sua quarta edizione. Il progetto di mostra di Cosimo Veneziano ha convinto la critica d’arte Olga Gambari a sceglierlo in quanto “opera matura, capace di coinvolgere lo spettatore comunicandogli idee e spunti in maniera assolutamente non didascalica”, si legge nella motivazione. Così, cosa vedremo nello showroom di Vanni a partire da domani, fino al 31 gennaio? Un’installazione di ombre proiettate sulla parete, nate da silhouettes ricavate da pagine di libri.
L’opera in mostra si chiama L’epoca delle passioni tristi, e si inserisce nella ricerca che l’artista torinese ha intrapreso sul rapporto tra cambiamenti sociali e territorio urbano. I lavori degli altri artisti selezionati al premio (seconda classificata Corina Cohal e menzione speciale per l’originalità a Danilo Torre) saranno visibili sulla galleria on-line del sito del brand di Eyewear. Un dettaglio dell’installazione di Veneziano lo si potrà vedere anche a The Others dal 9 all’11 novembre, perché quest’anno il Concorso Autofocus avrà uno spazio dedicato alle ex carceri Le Nuove, per esporre le opere dei 4 artisti che fino ad oggi hanno meritato il premio promosso da Vanni occhiali (Federica Gonnelli, Giulia Bonora, Francesco Fossati e il già citato Veneziano). Un modo per tastare il terreno, in vista del Premio Autofocus per The Others previsto per il prossimo anno…

– Claudia Giraud

Inaugurazione: giovedì 25 ottobre 2012 – ore 18
Via Maria Vittoria 15 – Torino
www.vanniocchiali.com

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Claudia Giraud
Nata a Torino, è laureata in storia dell’arte contemporanea presso il Dams di Torino, con una tesi sulla contaminazione culturale nella produzione pittorica degli anni '50 di Piero Ruggeri. Giornalista pubblicista, iscritta all’Albo dal 2006, svolge attività giornalistica per testate multimediali e cartacee di settore. Dal 2011 fa parte dello Staff di Direzione di Artribune (www.artribune.com ), è Caporedattore Musica e cura, per il magazine cartaceo, la rubrica "Art Music" dedicata a tutti quei progetti dove il linguaggio musicale si interseca con quello delle arti visive. E’ stata Caporedattore Eventi presso Exibart (www.exibart.com). Ha maturato esperienze professionali nell'ambito della comunicazione (Ufficio stampa "Castello di Rivoli", "Palazzo Bricherasio", "Emanuela Bernascone") ed in particolare ha lavorato come addetto stampa presso la società di consulenza per l'arte contemporanea "Cantiere48" di Torino. Ha svolto attività di redazione quali coordinamento editoriale, realizzazione e relativa impaginazione degli articoli per l’agenzia di stampa specializzata in italiani all’estero “News Italia Press” di Torino. Ha scritto articoli e approfondimenti per diverse testate specializzate e non (SkyArte, Gambero Rosso, Art Weekly Report e Art Report di Monte dei Paschi di Siena, Exibart, Teknemedia, Graphicus, Espoarte, Corriere dell’Arte, La Piazza, Pagina).