Lo Strillone: Francesco Tedeschi (prof. Cattolica e uomo Unicredit) verso il Padiglione Italia alla Biennale su La Repubblica. E poi Castel del Monte spa medievale, Vermeer a Roma, i Visconti a Giussano…

Francesco Tedeschi verso la Biennale? Per La Repubblica il mister X destinato alla curatela del padiglione Italia è il prof. della Cattolica, advisor per le collezioni di Unicredit. Banche e università: in fin dei conti siamo in pieno regime Monti! Con un ministro che è anche Rettore della Cattolica! Su Il Giornale tutti i retroscena […]

Quotidiani
Quotidiani

Francesco Tedeschi verso la Biennale? Per La Repubblica il mister X destinato alla curatela del padiglione Italia è il prof. della Cattolica, advisor per le collezioni di Unicredit. Banche e università: in fin dei conti siamo in pieno regime Monti! Con un ministro che è anche Rettore della Cattolica! Su Il Giornale tutti i retroscena del possibile addio di Lissner alla Scala: destinazione Opera di Parigi.

Castel del Monte? Una spa medievale. Tesi suggestiva in arrivo dall’Università di Bari e ripresa in una breve da La Stampa: Federico II si sarebbe ispirato agli hammam arabi per costruire un vero e proprio tempio, dove rigenerare spirito e corpo. Ponderoso il saggio che Antonello Cesareo dedica a Canova: su Libero presentazione delle quasi 400 pagine che, edite da Morlocchi, raccontano il rapporto tra lo scultore e l’Accademia di San Luca.

Il Vermeer romano a tutta pagina su Avvenire, con recensioni pure per il Capogrossi di venezia e Carsten Nicolai all’Hangar Bicocca; a Villa Sartirana, Giussano, finiscono in mostra i Visconti: gongola La Padania, tra reperti e opere d’arte del periodo ducale. Richiamo in prima su Italia Oggi per la presunta gemella della Gioconda spuntata in Russia; una breve su Quotidiano Nazionale per annunciare l’apertura, oggi, della discussa tomba della vera (?) Monna Lisa.

– Lo Strillone di Artribune è Francesco Sala

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Francesco Sala è nato un mesetto dopo la vittoria dei mondiali. Quelli fichi contro la Germania: non quelli ai rigori contro la Francia. Lo ha fatto (nascere) a Voghera, il che lo rende compaesano di Alberto Arbasino, del papà di Marinetti e di Valentino (lo stilista). Ha fatto l'aiuto falegname, l'operaio stagionale, il bracciante agricolo, il lavapiatti, il cameriere, il barista, il fattorino delle pizze, lo speaker in radio, l'addetto stampa, il macchinista teatrale, il runner ai concerti. Ha una laurea specialistica in storia dell'arte. Ha fatto un corso di perfezionamento in economia e managment per i beni culturali, così sembra tutto più serio. Ha fatto il giornalista per una televisione locale. Ha condotto un telegiornale che, nel 2010, ha vinto il premio speciale "tg d'oro" della rivista Millecanali - Gruppo 24Ore. Una specie di Telegatto per nerd. E' molto interista.