Cala il sipario su Roma Art2Nights. Fra Maxxi, Macro e Spazio Cerere, tre giorni di Dolce Vita nella fotogallery di Artribune su serate, party e cocktail

Quanta gente si è sguinzagliata per le strade della Capitale, complice anche un clima più agostano che ottobrino? Quanti spazi si sono affiancati a quelli ufficiali previsti dall’organizzazione, per “sfamare” le folle di art-maniaci? Tutti conti che ci sarà tempo di fare, ora che è calato il sipario sull’edizione numero 3 di Roma Art2Nights. Per ora […]

Quanta gente si è sguinzagliata per le strade della Capitale, complice anche un clima più agostano che ottobrino? Quanti spazi si sono affiancati a quelli ufficiali previsti dall’organizzazione, per “sfamare” le folle di art-maniaci? Tutti conti che ci sarà tempo di fare, ora che è calato il sipario sull’edizione numero 3 di Roma Art2Nights. Per ora – in attesa di far uscire le recensione delle tante buone mostre inaugurate in questi giorni – il nostro obbiettivo si concentra su un altro aspetto dell’evento, che ha cercato di rinverdire i fasti della Dolce Vita anni Sessanta: le feste, che fra Maxxi, Macro e Spazio Cerere non hanno fatto mancare svago e momenti di incontro a nessuno. Neanche a Valerio Iacobini, sempre presente, camera in mano: ecco i suoi migliori scatti…

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Massimo Mattioli
É nato a Todi (Pg). Laureato in Storia dell'Arte Contemporanea all’Università di Perugia, fra il 1993 e il 1994 ha lavorato a Torino come redattore de “Il Giornale dell'Arte”. Nel 2005 ha pubblicato per Silvia Editrice il libro “Rigando dritto. Piero Dorazio scritti 1945-2004”. Ha curato mostre in spazi pubblici e privati, fra cui due edizioni della rassegna internazionale di videoarte Agorazein. È stato membro del comitato curatoriale per il Padiglione Italia della Biennale di Venezia 2011, e consulente per il progetto del Padiglione Italia dedicato agli Istituti Italiani di Cultura nel mondo. Nel 2014 ha curato, assieme a Fabio De Chirico, la mostra Artsiders, presso la Galleria Nazionale dell'Umbria di Perugia. Dal 2011 al 2017 ha fatto parte dello staff di direzione editoriale di Artribune, come caporedattore delle news.