La Land Art vista da Google Earth. Il Moca di Los Angeles, in occasione di una grande mostra sull’arte ambientale, lancia un atlante online delle opere

Il punto di osservazione migliore per ammirare le opere di Land Art, si sa, è spesso quello aereo. Dunque quale migliore strumento di Google Earth per avere una panoramica – anche se solo online – di questi capolavori all’aria aperta? L’idea è venuta al Moca di Los Angeles, che negli spazi del Geffen Contemporary ha […]

Ends of the Earth

Il punto di osservazione migliore per ammirare le opere di Land Art, si sa, è spesso quello aereo. Dunque quale migliore strumento di Google Earth per avere una panoramica – anche se solo online – di questi capolavori all’aria aperta? L’idea è venuta al Moca di Los Angeles, che negli spazi del Geffen Contemporary ha allestito una grande retrospettiva intitolata Ends of the Earth: Land Art to 1974 (fino al 3 settembre): una mostra che racconta il movimento dai suoi esordi, negli Anni Sessanta, sino al boom, avvenuto alla metà del decennio successivo. Per l’occasione il museo americano ha lanciato un sito che permette di effettuare un tour tra le opere più famose.
Con l’aiuto di Google Maps e la progettazione dei designer Ways & Means e OKFocus, è stato possibile costruire un vero e proprio atlante interattivo che comprende quaranta opere, sparse un po’ per tutto il globo, raccontate attraverso scatti aerei ed esaurienti schede informative. Tra i nomi, spiccano quelli di Christo e Jean Claude, Jan Dibbets, Robert Smithson, Joseph Beuys, John Baldessari, Dennis Oppenheim, Claes Oldenburg, Richard Serra, Jean Tinguely e Richard Long.

– Valentina Tanni

www.moca.org/landart