Diario di un artista in residenza, puntata numero due. Artribune continua a seguire Remco Torenbosch nel suo soggiorno bergamasco, tra workshop e viaggi oltreconfine

La residenza è iniziata da un mesetto e Remco Torenbosch, primo ospite di The Blank Residency, sta esplorando la città di Bergamo, facendo qualche viaggio insieme al gruppo The Blank. Un approccio mobile che punta a far spaziare la prospettiva dell’artista residente dal locale al globale, per favorire confronti e riflessioni. Lo scorso weekend Remco […]

Vista dal Castello di San Vigilio, Bergamo

La residenza è iniziata da un mesetto e Remco Torenbosch, primo ospite di The Blank Residency, sta esplorando la città di Bergamo, facendo qualche viaggio insieme al gruppo The Blank. Un approccio mobile che punta a far spaziare la prospettiva dell’artista residente dal locale al globale, per favorire confronti e riflessioni. Lo scorso weekend Remco è stato alla Biennale di Berlino; il tema è caldo e gli ho subito chiesto: come ti è sembrata la fiera? Risposta precisa: è stata una biennale senza fede nell’arte o con una fede cieca (qui la sua relazione sull’argomento per il sito olandese www.whatspace.nl)
Intanto, Remco sta preparando i due giorni di workshop “Between Act and Protest: Building The New Economy” per l’Accademia Carrara. Il 7 e 8 maggio gli studenti di Pittura e di Nuove tecnologie proveranno a progettare e presentare un prototipo per una nuova economia alternativa possibile. Nella prossima pagina del diario i migliori risultati di questo esperimento … Seguiteci!

– Silvia Scaravaggi

www.theblankresidency.it
www.accademiabellearti.bg.it

LEGGI ANCHE:
Cosa significa essere “artista in residenza”? Remco Torenbosch a Bergamo per The Blank Residency

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Silvia Scaravaggi
Operatrice culturale e curatrice indipendente. Si è laureata con Sandra Lischi all'Università di Pisa in Teoria e tecniche dei mezzi di comunicazione audiovisiva; ha approfondito lo studio dei nuovi media durante il Socrates all’Universiteit van Amsterdam. Ha collaborato con Aiace Milano alla realizzazione di alcune edizioni di Invideo - mostra internazionale di video e cinema oltre, e di Technè05 - viaggio nel mondo delle videoinstallazioni. Dal 2005 al 2015 ha lavorato al'Assessorato alla Cultura della Provincia di Cremona, principalmente per la realizzazione del Distretto Culturale, con Fondazione Cariplo, collaborando alle fasi di progettazione, gestione e rendicontazione di progetto. È referente dell’Ufficio Attività culturali del Comune di Crema e coordina il progetto #ccsacontemporaneo dedicato agli artisti under35. La sua ricerca si concentra prevalentemente su arte e politica, nuovi media e rapporto tra arte, scienza e nuove tecnologie. Dal 2005 scrive d’arte e firma per Artribune, digicult.it e precedentemente Exibart.