Lo Strillone: Gian Antonio Stella e la Reggia borbonica di Carditello sul Corriere della Sera. E poi chiacchierata con Cristiana Collu, Marina Abramovic al PAC, Debussy all’Orangerie…

Nubi di ieri sul domani della Reggia borbonica di Carditello: Il Fatto Quotidiano si interroga con il consueto ottimismo sulla sorte della dimora storica, seviziata da una camorra che ha scippato marmi e suppellettili per agghindare i bunker dei boss. Sul caso interviene anche Gian Antonio Stella, con richiamo sulla prima del Corriere della Sera. […]

Quotidiani
Quotidiani

Nubi di ieri sul domani della Reggia borbonica di Carditello: Il Fatto Quotidiano si interroga con il consueto ottimismo sulla sorte della dimora storica, seviziata da una camorra che ha scippato marmi e suppellettili per agghindare i bunker dei boss. Sul caso interviene anche Gian Antonio Stella, con richiamo sulla prima del Corriere della Sera.

Su Il Riformista chiacchierata a quattr’occhi con Cristiana Collu: che presenta Gina Pane al Mart. La performance al PAC di Marina Abramovic raccontata su Quotidiano Nazionale; sul tema, per Il Giornale, arriva la pagina firmata da Luca Beatrice. Degas al Museo d’Orsay, Debussy – tra arte e musica – all’Orangerie: gita parigina per Avvenire.

Nuovi contributi per il Manifesto de Il Sole 24 Ore: arriva la firma in calce di Roberto Vecchioni; Roberto Snaidero sostiene il binomio cultura-impresa, Wolfgang Kaltenbacher crede nella forza rigeneratrice del Sud. Europa torna sul recupero del Fontego a spese Benetton: ci vorrebbe un idea store alla londinese. Libero torna su La Battaglia d’Anghiari, convinto che la mano leonardesca, sotto il Vasari, sia più che autentica.

– Lo Strillone di Artribune è Francesco Sala

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Francesco Sala è nato un mesetto dopo la vittoria dei mondiali. Quelli fichi contro la Germania: non quelli ai rigori contro la Francia. Lo ha fatto (nascere) a Voghera, il che lo rende compaesano di Alberto Arbasino, del papà di Marinetti e di Valentino (lo stilista). Ha fatto l'aiuto falegname, l'operaio stagionale, il bracciante agricolo, il lavapiatti, il cameriere, il barista, il fattorino delle pizze, lo speaker in radio, l'addetto stampa, il macchinista teatrale, il runner ai concerti. Ha una laurea specialistica in storia dell'arte. Ha fatto un corso di perfezionamento in economia e managment per i beni culturali, così sembra tutto più serio. Ha fatto il giornalista per una televisione locale. Ha condotto un telegiornale che, nel 2010, ha vinto il premio speciale "tg d'oro" della rivista Millecanali - Gruppo 24Ore. Una specie di Telegatto per nerd. E' molto interista.