Affordable Art Fair Updates: fiera promossa anche da Ivan, il writer poeta allergico al mercato. Beccato da Artribune in giro fra gli stand

“Tutta questa esplosione di arte, fa bene all’arte stessa!”. Arriva da una voce insospettabile, l’ultima promozione per Affordable Art Fair: da Ivan (al secolo Ivan Tresoldi), l’inventore della Poesia (d’assalto) di strada, lo street artist milanese che dal 2004 “semina versi” nella sua Milano e non solo. Uno che non esporrebbe in una fiera, perché […]

Ivan in giro per la fiera

Tutta questa esplosione di arte, fa bene all’arte stessa!”. Arriva da una voce insospettabile, l’ultima promozione per Affordable Art Fair: da Ivan (al secolo Ivan Tresoldi), l’inventore della Poesia (d’assalto) di strada, lo street artist milanese che dal 2004 “semina versi” nella sua Milano e non solo. Uno che non esporrebbe in una fiera, perché il suo concetto di “fare arte” resta comunque distante da manifestazioni prevalentemente rivolte al “mercato”.
E che però non nasconde un atteggiamento “benevolo” nei confronti dell’evento milanese che dà così ampio spazio all’arte, soprattutto di giovanissimi. Lo incontriamo in giro per Superstudio Più, incuriosito da diversi stand e artisti. “Chi getta semi al vento farà fiorire il cielola poesia di strada nasce gettando parole tra le vie, pugni di semi nel vento…”, ha scritto. E di “semi”, a giudicare dai primi giorni, AAF ne sta seminando diversi…

– Caterina Misuraca

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Caterina Misuraca
Caterina Misuraca nata a Lamezia Terme nel 1976. Vive e lavora a Milano. Laurea all’Università di Bologna in Discipline delle Arti della Musica e dello Spettacolo. Giornalista di cronaca, politica, costume e società. Curatrice mostre d’arte sociale (tra queste: OggettInstabili - Moti Urbani StazionImpossibili). Contitolare Agenzia di Comunicazione Misuraca&Sammarro. Organizza eventi di critical fashion ed ecodesign (tra questi: Natura Donna Impresa Verso Expò 2015 - IOricicloTUricicli). Dal 2008 collaboratrice di Exibart, da marzo 2011 passa ad Artribune.