Lo Strillone: guerra Prado – Reina Sofia per Guernica su La Stampa. E poi Genus Bononiae a Palazzo Pepoli, Vezzoli a Parigi, Renato De Fusco…

Contrasto e Magnum insieme a Roma: l’unione e L’Unità a Palazzo Incontro per la retrospettiva su Cartier–Bresson. Braccio di ferro tra Miguel Zugaza e Miguel Borja-Villel: una breve su La Stampa riporta il braccio di ferro tra i direttori di Prado e Reina Sofia, che si contendono la collocazione di Guernica. Notizia ripresa pure da […]

Quotidiani
Quotidiani

Contrasto e Magnum insieme a Roma: l’unione e L’Unità a Palazzo Incontro per la retrospettiva su Cartier–Bresson. Braccio di ferro tra Miguel Zugaza e Miguel Borja-Villel: una breve su La Stampa riporta il braccio di ferro tra i direttori di Prado e Reina Sofia, che si contendono la collocazione di Guernica. Notizia ripresa pure da Quotidiano Nazionale, che si concentra però sull’inaugurazione di Genus Bononiae a Palazzo Pepoli. Un evento, questo, che merita la doppia pagina su La Repubblica.

Ci vuole Vezzoli con Prada a Parigi perché l’arte torni su Il Sole 24Ore, che Domenicale a parte – come è noto – ha tagliato di molto lo spazio quotidiano riservato alla cultura. Design 2029. Ipotesi per il prossimo futuro è il saggio appena pubblicato da Renato De Fusco per FrancoAngeli: su Avvenire corposa intervista all’autore e focus sulla rilevanza odierna del Compasso d’Oro.

In medio stat virtus: Camillo Langone pesta di qua e di là su Libero, cazziando equamente i pamphlet di Mauro Covacich (L’arte contemporanea spiegata a tuo marito – Laterza) e Nicola Vitale (Figura solare – Marietti), rei a suo dire di costruire una visione manichea del contemporaneo.

– Lo Strillone di Artribune è Francesco Sala

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Francesco Sala è nato un mesetto dopo la vittoria dei mondiali. Quelli fichi contro la Germania: non quelli ai rigori contro la Francia. Lo ha fatto (nascere) a Voghera, il che lo rende compaesano di Alberto Arbasino, del papà di Marinetti e di Valentino (lo stilista). Ha fatto l'aiuto falegname, l'operaio stagionale, il bracciante agricolo, il lavapiatti, il cameriere, il barista, il fattorino delle pizze, lo speaker in radio, l'addetto stampa, il macchinista teatrale, il runner ai concerti. Ha una laurea specialistica in storia dell'arte. Ha fatto un corso di perfezionamento in economia e managment per i beni culturali, così sembra tutto più serio. Ha fatto il giornalista per una televisione locale. Ha condotto un telegiornale che, nel 2010, ha vinto il premio speciale "tg d'oro" della rivista Millecanali - Gruppo 24Ore. Una specie di Telegatto per nerd. E' molto interista.