E Renzo Rosso fa il Della Valle a Venezia. Sarà la sua Diesel a finanziare il restauro del Ponte di Rialto

Legare il proprio brand ad interventi a favore del patrimonio artistico-culturale? Paga, eccome, oggi forse molto di più di qualsiasi altro investimento, anche a livello di comunicazione. Ma a capirlo, in Italia, sembrano essere ancora in pochi, e generalmente quelli che maggiormente si sono fatti le ossa sulla scena mondiale, tanto da metabolizzare le più […]

Legare il proprio brand ad interventi a favore del patrimonio artistico-culturale? Paga, eccome, oggi forse molto di più di qualsiasi altro investimento, anche a livello di comunicazione. Ma a capirlo, in Italia, sembrano essere ancora in pochi, e generalmente quelli che maggiormente si sono fatti le ossa sulla scena mondiale, tanto da metabolizzare le più piccole inflessioni dei trend comunicativi.
Fra i casi più eclatanti, negli ultimi tempi, c’è quello di Diego della Valle, che si è accordato per sostenere con qualcosa come 25 milioni di euro il restauro del Colosseo (ottenendo giustamente dei vantaggi in termini di visibilità e “abbinabilità” dei marchi). Ora sulla sua scia pare si metta un altro “leone” dell’arena stilistica globale, Renzo Rosso, che con la sua Diesel finanzierà – dovrebbero mancare solo dettagli alla firma dell’accordo – il restauro del Ponte di Rialto, a Venezia, costruzione sulla quale non si è mai intervenuti radicalmente.
Restando in Laguna, stando a quanto scritto da La Nuova Venezia, torna in alto mare invece l’intervento sul Ponte dell’Accademia, dopo il fallimento del progetto di rifacimento integrale anche per i limiti imposti dal Ministero dei Beni Culturali. Anche in questo caso, il Comune farà un nuovo bando cercando privati disposti ad intervenire. Magari nel frattempo ci saranno altri imprenditori illuminati sulla via dell’arte…

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.