Bologna Updates: cosa significa per il mondo dell’arte e i suoi operatori economici lavorare in un paese ufficialmente in recessione? Ecco cosa significa

Quanto influisce un semplice dato statistico, seppur grave, sul sentiment che si respira nel mondo dell’arte e sulle prospettive per l’annata appena iniziata? A dar credito alle dichiarazioni di alcuni operatori di settore, incontrati tra stand e corridoi ad Arte Fiera, l’influenza -negativa, diciamolo subito- è piuttosto elevata. Ce la delinea in maniera plastica una realtà […]

L'economia italiana secondo il Fondo monetario internazionale (Credits - Claudio Laurenti)

Quanto influisce un semplice dato statistico, seppur grave, sul sentiment che si respira nel mondo dell’arte e sulle prospettive per l’annata appena iniziata? A dar credito alle dichiarazioni di alcuni operatori di settore, incontrati tra stand e corridoi ad Arte Fiera, l’influenza -negativa, diciamolo subito- è piuttosto elevata.

Ce la delinea in maniera plastica una realtà che ci chiede di rimanere anonima e che si occupa dell’organizzazione di fiere d’arte, appunto: “da gennaio in poi andare all’estero a proporre il prodotto Italia è impossibile, nessuno ha voglia di venire e di scommettere su di noi, tutti ci considerano off limits per il 2012”. Ma come, la reputazione del nostro paese non era aumentata con il nuovo esecutivo guidato da Mario Monti? “Sì, non è quello il punto” sentenzia un altro operatore “il punto è che non ci rendiamo conto quanto conti il dato diramato da qualche settimana dal Fondo Monetario Internazionale secondo cui l’Italia nel 2012 avrà una discesa pari al 2,2% del Pil“. E già qualche fiera, obtorto collo, considera l’ipotesi di saltare il 2012. Ecco cosa significa, per chi fa business nel mondo dell’arte a livello internazionale, partire da un paese in recessione.
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.