Art Review pubblica la lista dei cento personaggi più potenti dell’arte? Hyperallergic, come ogni anno, risponde con la classifica dei venti “meno potenti”…

Per il terzo anno consecutivo, il blog americano Hyperallergic, fondato e diretto da Veken Gueyikian e Hrag Vartanian, coppia di critici con base a Brooklyn, risponde alla pubblicazione della lista dei “100 personaggi più potenti” del mondo dell’arte di Art Review con un’ironica contro-classifica. “È stato difficile quest’anno individuare chi sono davvero i meno influenti, […]

Per il terzo anno consecutivo, il blog americano Hyperallergic, fondato e diretto da Veken Gueyikian e Hrag Vartanian, coppia di critici con base a Brooklyn, risponde alla pubblicazione della lista dei “100 personaggi più potenti” del mondo dell’arte di Art Review con un’ironica contro-classifica. “È stato difficile quest’anno individuare chi sono davvero i meno influenti, perché ce ne sono tantissimi, ma non preoccupatevi, ci abbiamo provato lo stesso”, scrivono nell’introduzione.
Ecco quindi la loro lista: al primo posto si piazzano, giustamente, i trasportatori d’arte in lotta contro Sotheby’s, messi alla porta dalla casa d’aste più ricca del mondo e rimpiazzati con manodopera a basso costo e non qualificata (e soprattutto non iscritta ai sindacati). Scendendo al secondo posto, sale il tasso di ironia. Si qualificano infatti sul podio “tutti gli artisti che lavorano con un iCoso e non sono David Hockney. Il vecchio ha occupato quel mercato, lasciate perdere”. Al terzo posto ci sono gli artisti che aprono sottoscrizioni per finanziare i propri progetti su Kickstarter, piattaforma di crowdfunding. In particolare quelli che l’hanno scoperta per ultimi: “Tutti sono poveri e gli artisti sono ancora più poveri, perché vi ostinate a chiedere donazioni?”, scrive la redazione di Hyperallergic.
E si continua su questo tono, tra il serio e il faceto, fino al numero venti dove troviamo, tristezza delle tristezze, “i giovani storici dell’arte”, autori di articoli destinati ad essere letti “da settanta persone, inclusa vostra madre”. Ma ce n’è per tutti: curatori, graffitisti, mail artisti e persino pole dancer. La lista dei meno influenti, infatti potrebbe continuare all’infinito… chi vuole unirsi al gioco?

– Valentina Tanni

La classifica integrale dei 20 meno potenti del mondo dell’arte secondo Hyperallergic

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Valentina Tanni è storica dell’arte, curatrice e docente; la sua ricerca è incentrata sul rapporto tra arte e tecnologia, con particolare attenzione alle culture del web. Insegna Digital Art al Politecnico di Milano e Culture Digitali alla Naba – Nuova Accademia di Belle Arti di Roma. Ha pubblicato “Random. Navigando contro mano, alla scoperta dell’arte in rete” (Link editions, 2011) e “Memestetica. Il settembre eterno dell’arte” (Nero, 2020). Collabora con la redazione di Artribune dalla sua fondazione.