Tribnews da maneggiare con cura, la primissima classifica del best of padiglioni

Avvertimento numero uno. La classifica è soggetta a notevolissimi cambiamenti e nelle prossime ore potrebbe venire rivoluzionata. Avvertimento numero due. La classifica comprende solamente i padiglioni ai Giardini e non quelli in città. Avvertimento numero tre. La classifica in realtà è una mera scusa per fare in modo che voialtri lettori vi sbizzarriate nella vostra personalissima […]

Avvertimento numero uno. La classifica è soggetta a notevolissimi cambiamenti e nelle prossime ore potrebbe venire rivoluzionata. Avvertimento numero due. La classifica comprende solamente i padiglioni ai Giardini e non quelli in città. Avvertimento numero tre. La classifica in realtà è una mera scusa per fare in modo che voialtri lettori vi sbizzarriate nella vostra personalissima classifica.
Tutto ciò premesso, tenetevi forte.

1. Thomas Hirschhorn / SVIZZERA

2. Allora&Calzadilla / USA

3. Markus Schinwald / AUSTRIA

Premio della Critica | La mostra collettiva curata da Katerina Gregos / DANIMARCA

(giudizio sospeso sui padiglioni GRAN BRETAGNA e GIAPPONE ancora non visionati da un numero sufficiente di giurati a causa delle sfiancanti file)

E ora la palla però passa a voi, noi la faccia ce l’abbiamo messa. Quale è la vostra personale classifica? Se fate i bravi e riversate qui tanti, ma tanti pareri potrete vincere, nelle prossime ore, un video immersivo nell’abisso di accumulazioni pop-trash di Hirschhorn. Direttamente by Artribune Television. Ovviamente, sempre nelle prossime ore, non mancherà una classifica “worst of”. Il peggio del peggio…

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.

5 COMMENTS

  1. Il Padiglione Italia è l’UNICO dove si torna. Con tutti i distinguo possibili, con la tara sgarbiana applicata, resta l’operazione più intelligente (forse l’unica) di questa moscissima biennale

Comments are closed.