Sgarbi, le mostre nelle regioni e una certa lista che circola. E che non risponde al vero neanche un po’

O forse un po’ sì, ma veramente poco. Troppo poco. Corriamo in aiuto dei colleghi di FlashArt, che – con la classica formula “Abbiamo ricevuto in forma anonima…” – divulgano una lista di artisti che “ipotizzano” essere gli invitati da Vittorio Sgarbi alle mostre del Padiglione Italia nelle regioni. Premurandosi di ribadire che non si […]

Vittorio Sgarbi

O forse un po’ sì, ma veramente poco. Troppo poco. Corriamo in aiuto dei colleghi di FlashArt, che – con la classica formula “Abbiamo ricevuto in forma anonima…” – divulgano una lista di artisti che “ipotizzano” essere gli invitati da Vittorio Sgarbi alle mostre del Padiglione Italia nelle regioni. Premurandosi di ribadire che non si assumono “nessuna responsabilità sulla autenticità della fonte né delle indicazioni fornite”, e chiamando i lettori ad “aggiunte, correzioni, smentite”.
Eccoci quindi in soccorso: cari colleghi, quella lista gira per le redazioni dell’artworld italico da almeno due mesi, ed è nient’altro che un primissimo brogliaccio di lavoro, che nel tempo ha subito modifiche talmente sostanziali dall’essere del tutto inutile. Perché noi di Artribune possiamo aiutarvi? Semplicemente perché un membro del nostro staff fa parte della commissione critica che l’ha creata, quella lista. Commissione composta da dieci membri ognuno dei quali ha segnalato dei nomi, che sono quelli che compaiono nell’elenco. Che poi ha subito una revisione curatoriale, e poi ha prodotto degli inviti – e qui ci asteniamo dal commentare tempi, organizzazione e modalità -, che in molti casi sono stati declinati, e così via… Morale: nella lista finale – che a tutt’oggi non esiste (ma c’è tempo, la Biennale è solo tra un mese!) -, compariranno probabilmente meno del 50% degli artisti riportati.
La cosa strana, cari colleghi, è che questo anonimo si sia deciso solo ora, dopo due mesi, a farvi avere questa patacca…

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.