James Ballard a Milano. Uno spettacolo e una conferenza, per ricordare il maestro scomparso

Ricordando Ballard, a teatro. A due anni dalla morte, la Fondazione Mudima celebra il grande scrittore inglese, uno dei padri del cyberpunk, affermatosi tra gli anni Settanta e Ottanta nell’ambito della narrativa fantascientifica, tra immaginari post-human e derive catastrofiste. Celeberrimo il suo Crash, racconto di torbide collisioni tra carne e macchine, da cui David Cronenberg […]

Foto di scena da Note per un collasso mentale, di PhoebeZeit Geist

Ricordando Ballard, a teatro. A due anni dalla morte, la Fondazione Mudima celebra il grande scrittore inglese, uno dei padri del cyberpunk, affermatosi tra gli anni Settanta e Ottanta nell’ambito della narrativa fantascientifica, tra immaginari post-human e derive catastrofiste. Celeberrimo il suo Crash, racconto di torbide collisioni tra carne e macchine, da cui David Cronenberg trasse, nel 1996, l’omonimo film.
A Milano, per questo secondo anniversario della sua scomparsa, la compagnia teatrale PhoebeZeit Geist presenta Note per un collasso mentale, una partitura per voci, corpi, chitarra, live electronics, liberamente ispirata alla sua opera. Subito prima della replica di domenica, un incontro con Antonio Caronia e Francesca Marianna Consonni fa il punto sulle intersezione tra l’estetica ballardiana e le arti visive.

La documentazione dell’incontro la ospita Artribune Television nei prossimi giorni, mentre un frammento dello spettacolo ve lo proponiamo adesso, attraverso una galleria di foto di scena e un video teaser…

Iscriviti a Incanti. Il settimanale di Artribune sul mercato dell'arte

 
 

Helga Marsala

Domenica 10 aprile 2011 – ore 17.30 Collisioni: Ballard e le arti visive
ore 21.30 Note per un collasso mentale
Fondazione Mudima
Via Alessandro Tadino, 26 – Milano
www.mudima.net

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Helga Marsala
Helga Marsala è critica d’arte, giornalista, editorialista culturale e curatrice. Insegna all’Accademia di Belle Arti di Palermo e di Roma (dove è stata anche responsabile dell’ufficio comunicazione). Collaboratrice da vent’anni anni di testate nazionali di settore, ha lavorato a lungo, fino al 2010, come caporedattore per la piattaforma editoriale Exibart. Nel 2011 è nel gruppo che progetta e lancia la testata culturale Artribune, dove ancora oggi lavora come editorialista, collaborando col team di direzione e operando come curatrice e project manager nel nuovo comparto aziendale Artribune Produzioni. Svolge un’attività di approfondimento teorico attraverso saggi e contributi critici all’interno di pubblicazioni d’arte e cultura contemporanea. Scrive di arti visive, arte pubblica, politica, costume, comunicazione, attualità e linguaggi creativi contemporanei. Presso Riso Museo d’Arte contemporanea della Sicilia è stata curatrice dell’Archivio S.A.C.S (Sportello Artisti Contemporanei Siciliani) e membro del Comitato Scientifico, collaborando a più riprese con progetti espositivi, editoriali e di ricerca del Museo. Cura mostre e progetti, prevalentemente presso spazi pubblici italiani, seguendo il lavoro di artisti italiani ed internazionali. È stata membro di commissioni e giurie per premi/residenze d’ambito nazionale, riservati ad artisti. Dal 2018 al 2020 ha lavorato come Consulente per la Cultura del Presidente della Regione Siciliana e dell’Assessore dei Beni Culturali e dell’Identità Siciliana.