Ecco come si presenta un nuovo museo d’arte contemporaea! I polacchi quindici anni fa lavavano i vetri ai semafori, oggi ci pigliano culturalmente a ceffoni ogni giorno

Una conferenza stampa, uno slide show, una bella presentazione powerpoint? Archeologia, se non proprio paleontologia! Oggi la presentazione di un nuovo museo si fa così: con un mini-video affidato a un’artista, ma non una roba documentaria, proprio un’opera d’arte – la vedete qui sotto -, realizzata dall’eclettico creativo Wojciech Bąkowski. E dove accade tutto ciò? […]

Una conferenza stampa, uno slide show, una bella presentazione powerpoint? Archeologia, se non proprio paleontologia! Oggi la presentazione di un nuovo museo si fa così: con un mini-video affidato a un’artista, ma non una roba documentaria, proprio un’opera d’arte – la vedete qui sotto -, realizzata dall’eclettico creativo Wojciech Bąkowski.
E dove accade tutto ciò? Ma in quel paese che continua a fare di tutto per far vedere al resto dell’Europa che vuol dire fermento vitale, idee in azione, adesione alla contemporaneità. Ovvero in Polonia, dove la direzione del Museo d’Arte Contemporanea di Varsavia ha rivelato altri dettagli sulla sua nuova sede permanente. Con il filmato – 15 secondi – che mostra un modello digitale dell’edificio progettato dall’architetto svizzero Christian Kerez.

Il museo che sorgerà su una superficie di 35mila metri quadri – capito che intendiamo, quando diciamo che la spirale di Libeskind a Milano, 5mila mq di spazi espositivi, è proprio piccolina? – è destinato ad ospitare anche il prestigioso teatro TR Warszawa. Costo complessivo del progetto? Intorno ai 270 milioni di zloty, come dire circa 70 mln di euro.
Tra le acquisizioni ufficializzate opere di big come Magdalena Abakanowicz, Katarzyna Kozyra, Artur Zmijewski – curatore della prossima Biennale di Berlino -, dei pittori Marek Sobzyk e Andrzej Wroblewski, di Zbigniew Libera, al quale sarà anche intitolato un archivio dedicato alla produzione polacca alternativa degli anni ottanta.
Il museo lascerà definitivamente la sua sede provvisoria di ulica Panska nel 2016, anno in cui è prevista la conclusione dei lavori del nuovo edifico nella centralissima Piazza Defilad, ai piedi del Palazzo della Cultura e della Scienza.

Giuseppe Sedia

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Giuseppe Sedia
Giornalista e reporter freelance nato il 6 luglio 1982 a Montreuil (Francia). Scrive di attualità, politica, cultura e spettacoli. È redattore del ‘Krakow Post’. I suoi articoli dedicati a cinema, videogiochi e arti visive sono apparsi su numerose riviste e web magazine italiani e stranieri (‘Warsaw Business Journal’, ‘Il Manifesto-Alias’, ‘Cafe Babel’, ‘Cineforum’, ‘Exibart’, ‘Film International’, ‘Asia Express’, ‘Sentieri Servaggi’). Attualmente vive in Polonia.