Desert X AlUla 2022: torna la più spettacolare mostra di arte contemporanea nel deserto

Fino al 30 marzo la zona desertica di AlUla, in Arabia Saudita, ospiterà 15 grandi installazioni di artisti internazionali in occasione di Desert X AlUla. In un video le immagine dell’evento

Ha aperto al pubblico uno degli eventi artistici più spettacolari al mondo: stiamo parlando di Desert X AlUla, la mostra d’arte site specific che si tiene periodicamente in Arabia Saudita, tra i meravigliosi scorci della regione desertica di AlUla.

15 GRANDI OPERE INTERNAZIONALI

Dall’11 febbraio e fino al 30 marzo 2022 tutti potranno ammirare le opere di 15 artisti internazionali chiamati a misurarsi sul tema del Sarab, concetto che allude a miraggio e oasi, propri della cultura del deserto, ma che nel tempo hanno assunto un significato complesso in tutto il mondo. L’ampiezza degli spazi e il contesto unico, hanno consentito ai creativi di realizzare opere imponenti e sbalorditive, che si armonizzano con l’ambiente circostante, caratterizzato da dune di sabbia rossa, conformazioni rocciose che ricordano scenari marziani e tramonti da togliere il fiato. Nel video, a parlare delle installazioni di questa edizione di Desert X AlUla, a cura di Reem Fadda, Raneem Farsi e Neville Wakefield, sono proprio i 15 autori Shadia Alem, Dana Awartani, Serge Attukwei Clottey, Claudia Comte, Shezad Dawood, Jim Denevan, Stephanie Deumer, Sultan Bin Fahad, Zeinab AlHashemi, Alicja Kwade, Shaikha AlMazrou, Abdullah AlOthman, Khalil Rabah, Monika Sosnowska e Ayman Zedani.

UN EVENTO PER PRESERVARE IL SITO DI AL ULA

Dalla scultura a forma di origami di Shadia Alem, ai disegni di sabbia di Jim Denevam, fino all’architettura riflettente di Alicja Kwade, tutte le creazioni offrono agli spettatori importanti spunti di riflessione riguardo tematiche attuali, come ad esempio la globalizzazione, la disponibilità idrica, il trascorrere del tempo. L’evento, inoltre, si dimostra ancora una volta occasione di dialogo, incontro e conoscenza reciproca fra culture, contribuendo a rafforzare i rapporti tra paesi diversi: Desert X AlUla, giunto alla sua seconda edizione, è infatti un appuntamento che nasce dalla collaborazione tra Desert X, biennale evento che si tiene nella californiana Coachella Valley, e la Royal Commission for Al Ula. La mostra si inserisce nel più ampio piano di sviluppo della zona che prevede, entro il 2035, l’edificazione di un complesso museale con gallerie e spazi espositivi, volto a proteggere e preservare il sito di Al Ula, nella zona in cui sorge anche l’antica città di Mada’in Salih, primo sito Patrimonio UNESCO dell’Arabia Saudita.

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Roberta Pisa
Vive a Roma dove si è laureata in Scienze politiche e Relazioni internazionali. Da sempre si occupa di cultura e comunicazione digitale. Dal 2015 è pubblicista e per Artribune segue le attività social.