Un’installazione fatta di grandi schermi LED è stata inaugurata a Seoul, nel popolare quartiere di Gangnam. Il progetto, ideato dallo studio d’strict, sfrutta un’illusione anamorfica per simulare la presenza di un’onda gigante all’interno di un palazzo a vetri. Spettacolare e monumentale – misura circa 80 metri per 23 – l’installazione occupa due lati della facciata della sede del COEX artium, la mecca del fenomeno K-Pop, facendolo assomigliare a un grande acquario.
L’onda digitale, che si infrange con forza sulle pareti per un minuto ogni ora, è impressionante nel suo grado di realismo, aumentato dall’accompagnamento sonoro.
Il nostro obiettivo è quello di creare esperienze travolgenti”, ha dichiarato Jun Lee, Business Development Director di d’strict, “le onde sono un elemento bello e dinamico di per sé, ma l’abbiamo scelte perché evocano un sentimento di conforto, che è qualcosa di cui abbiamo molto bisogno al momento”.

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.