Nelson, con i suoi 120 metri quadrati di superficie, è il più grande murale di Firenze. Jorit, il suo autore, uno dei più apprezzati esponenti della street art, l’ha dedicato a Nelson Mandela e l’ha realizzato sulla facciata di un edificio di edilizia residenziale pubblica: Il Condominio dei Diritti in piazza Leopoldo. Nato a Napoli nel 1990 da madre olandese e padre italiano, Jorit Agoch concentra da anni la propria arte sulla raffigurazione realistica del volto umano e si è confrontato più volte con personaggi famosi, sia storici, come Che Guevara, che contemporanei, come Vittorio Sgarbi, Fedez e Ilaria Cucchi. Tutti i suoi volti, riprodotti con estremo dettaglio e in grandi dimensioni, sono accomunati da un dettaglio: lunghi segni rossi sulle guance. Un elemento tribale pensato per ricordarci che facciamo tutto parte della stessa tribù, quella umana.
L’opera è stata presentata dallo stesso Jorit lo scorso mercoledì 5 dicembre nel corso di un evento in ricordo di Mandela nel quinto anniversario della sua scomparsa. “Nelson Mandela ha lottato principalmente contro lo sfruttamento dell’uomo sull’uomo, e non è solo una questione di razza. In Sudafrica la maggioranza delle persone, di colore, veniva sfruttata da una minoranza che si era autoproclamata superiore. La lotta di Nelson è quanto mai attuale e va oltre la questione razziale. Nessuno deve essere sfruttato”, ha dichiarato.

Dati correlati
AutoreJorit Agoch
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.

LEAVE A REPLY