Un nuovo modello di museo, che si avvale delle nuove tecnologie per raccontare agli italiani la loro storia. Tutto il Novecento è protagonista nelle sale dello spazio espositivo, tra grandi e piccoli eventi, in un percorso in otto sezioni ricco di stimoli, che mira a coinvolgere lo spettatore in un viaggio a più dimensioni nel secolo da poco concluso.
Inaugura il 1 dicembre a Mestre M9, il Museo multimediale del ‘900, un progetto a cura della Fondazione Venezia – disegnato dallo studio berlinese Sauerbruch Hutton – che dopo dieci anni di progetti e lavori vede finalmente la luce. “Questo è un museo che dovrà cambiare di continuo”, spiega il direttore Marco Biscione, “è un museo multimediale dove la tecnologia gioca un ruolo importantissimo, ma la tecnologia tende a diventare obsoleta, quindi il museo dovrà ripensare se stesso non solo in termini di modalità di presentazione, ma anche di contenuti”.
Oltre ai due livelli espositivi – uno dedicato alla mostra permanente e uno agli eventi temporanei – l’M9 può vantare anche un grande auditorium-cinema di 200 posti con tecnologia 4k ad alta definizione e visori per la realtà virtuale.

www.m9digital.it 

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.