Invitati dall’Artscape Festival, gli artisti sudafricani Faith XLVII e Lyall Sprong hanno realizzato una suggestiva opera site specific nelle foreste di Värmland, in Svezia. L’opera, una grande luna sospesa immersa nel buio del bosco, vuole essere un omaggio alla magia della natura e ai suoi ritmi ancestrali. Astronomia Nova, questo il titolo del progetto, rappresenta un tentativo di riconnettere l’uomo con l’ambiente che lo circonda, ricordandoci che non siamo creature isolate: le maree, le vibrazioni della terra, la luce del sole, i colori e gli odori della natura ci influenzano profondamente anche quando non ce ne accorgiamo.
Scegliendo di usare il realismo magico come linguaggio, speriamo di riaccendere l’immaginazione e la meraviglia che è insita nell’esistenza umana. Vogliamo parlare della nostra relazione con il tutto, del legame profondo tra uomo e natura. Pensiamo che l’essere umano sia solo una parte dell’intricata trama dell’esistenza sulla terra”, ha dichiarato Faith XLVII al quotidiano online sudafricano Times Live.

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Valentina Tanni è storica dell’arte, curatrice e docente; la sua ricerca è incentrata sul rapporto tra arte e tecnologia, con particolare attenzione alle culture del web. Insegna Digital Art al Politecnico di Milano e Culture Digitali alla Naba – Nuova Accademia di Belle Arti di Roma. Ha pubblicato “Random. Navigando contro mano, alla scoperta dell’arte in rete” (Link editions, 2011) e “Memestetica. Il settembre eterno dell’arte” (Nero, 2020). Collabora con la redazione di Artribune dalla sua fondazione.