Une femme coquette è un breve pellicola girata da Jean-Luc Godard (Parigi, 1930) nel 1955 e ambientata a Ginevra. Si tratta del primo film non documentario del regista francese e della sua seconda opera in ordine cronologico. Il cortometraggio, che dura meno di dieci minuti ed è ispirato a un racconto di Guy de Maupassant, non era mai stato distribuito ed era da anni introvabile, tanto da essere spesso ritenuto perso. Nei giorni scorsi invece, Internet ha fatto una delle sue magie e la pellicola è ricomparsa improvvisamente su un canale Youtube gestito dall’utente David Heslin, con tanto di sottotitoli in inglese. Una breve storia di amori, tradimenti e tentazioni, raccontata nel tipico stile di molta cinematografia francese di quegli anni (fa pensare ai corti di Rohmer), ma che già anticipa temi e atmosfere del Godard più maturo.

– Valentina Tanni

Dati correlati
AutoreJean-Luc Godard
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Valentina Tanni è storica dell’arte, curatrice e docente; la sua ricerca è incentrata sul rapporto tra arte e tecnologia, con particolare attenzione alle culture del web. Insegna Digital Art al Politecnico di Milano e Culture Digitali alla Naba – Nuova Accademia di Belle Arti di Roma. Ha pubblicato “Random. Navigando contro mano, alla scoperta dell’arte in rete” (Link editions, 2011) e “Memestetica. Il settembre eterno dell’arte” (Nero, 2020). Collabora con la redazione di Artribune dalla sua fondazione.