Quando si varcano le colonne di marmo d’Istria della Scuola della Misericordia si resta subito estasiati di fronte al mirabile restauro che l’ha riportata all’antico splendore. All’interno di questo suggestivo scenario si inseriscono le monumentali sculture dell’artista Gianfranco Meggiato (Venezia, 1963), allestite in occasione della mostra Genesis, curata da Maurizio Vanni, patrocinata dal Lu.C.C.A. (Lucca Center for Contemporary Art) e organizzata con il coordinamento tecnico della Galleria Orler.
Nel video viene mostrato l’interno dell’edifico nel sestiere di Cannaregio, che domina il lato nord di Venezia, inaugurato nel 1583 dal Doge Nicolò da Ponte e attribuito a Jacopo Sansovino. In questo spazio Meggiato ci ha raccontato i segreti che si celano dietro le sue opere, commentate in catalogo dai critici Maurizio Vanni, Stefano Zecchi e Luca Beatrice.
L’esposizione ripercorre la lunga carriera dell’artista veneziano attraverso cinquanta opere di imponenti dimensioni in marmo, bronzo e alluminio. Allo stesso tempo ci propone le ultime sperimentazioni, che si distaccano dalla costrizione geometrica a favore di forme libere nello spazio. Sono percorsi intricati quelli che rappresenta Meggiato nelle sue sculture, così come complessi sono i sentieri della vita. Momenti difficili funzionali però alla crescita e alla rinascita dell’individuo.

 – Federica Beretta
Foto e video di Lisa Marchiani

Evento correlato
Nome eventoGianfranco Meggiato - Genesis
Vernissage04/02/2017
Duratadal 04/02/2017 al 25/03/2017
AutoreGianfranco Meggiato
CuratoreMaurizio Vanni
Generifotografia, personale
Spazio espositivoNUOVA SCUOLA GRANDE DI SANTA MARIA DELLA MISERICORDIA
IndirizzoCannaregio 3599 - Fondamenta della Misericordia Venezia - Venezia - Veneto
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Federica Beretta
Direttrice di una galleria d'Arte Contemporanea nel quartiere di Chelsea a Londra in cui organizza mostre per artisti affermati ed emergenti. Nella capitale inglese ha frequentato un master in Arts Management e studiato Contemporary Art al Sotheby's Institute of Art . Laureata in Lettere Moderne a Parma, citta' in cui ha lavorato come giornalista per diversi anni occupandosi di cronaca, arte, cultura e viaggi.