Era dal 1997 che l’Italia non partecipava con una produzione nel Concorso cortometraggi di Cannes. Capita finalmente quest’anno e per ironia della sorte a dirigere il film breve sono due iraniani. Ali Asgari e Farnoosh Samadi, coppia anche nella vita, avevano già lavorato insieme su More Than Two Hours e The Baby, firmati alla regia dal solo Alì, che aveva fatto incetta di premi nel mondo con più di 100 riconoscimenti e la selezione a Cannes e Venezia (in quel caso come produzione iraniana). Il silenzio ha pari dignità di un grande film e anzi non si esagera indicandolo tra le migliori pellicole passate nell’odierna edizione del Festival. Soli quindici minuti per coinvolgere, emozionare e comunicare le dolorose conseguenze dell’esilio: c’è una madre curda con un cancro avanzato che non parla l’italiano, una dottoressa che glielo diagnostica, una figlia che deve fare da interprete tra le due, ma preferisce il silenzio alla dolorosa rivelazione. Della regia si avverte l’ ispirazione e la sincerità: Alì ha un destino stellare e infatti, sotto l’egida di Cinéfondazion, è già al lavoro sul suo primo lungometraggio che non mancherà di essere presente prossimamente in qualche festival internazionale.

– Federica Polidoro

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Federica Polidoro
Federica Polidoro si laurea in Studi Teorici Storici e Critici sul Cinema e gli Audiovisivi all'Università Roma Tre. Ha diretto per tre anni il Roma Tre Film Festival al Teatro Palladium, selezionando opere provenienti da quattro continenti, coinvolgendo Istituti di Cultura come quello Giapponese e soggiornando a New York per la ricerca di giovani talent sia nel circuito off, che nell'ambito dello studentato NYU Tisch, SVA e NYFA. Ha girato alcuni brevi film di finzione, premiati in festival e concorsi nazionali. Ha firmato la regia di spot, sigle e film di montaggio per festival, mostre, canali televisivi privati e circuiti indipendenti. Sta lavorando ad un videoprogetto editoriale per la casa editrice koreana Chobang. È giornalista pubblicista e negli anni ha collaborato con quotidiani nazionali, magazine e web media come Il Tempo, Inside Art e Il Faro. Ha seguito da corrispondente i principali eventi cinematografici dell'agenda internazionale tra cui Cannes, Venezia, Toronto, Taormina e Roma e i maggiori avvenimenti relativi all'arte contemporanea della Capitale. Attualmente insegna Tecniche di Montaggio all'Accademia di Belle Arti.