Dopo i tre appuntamenti estivi, che avevano portato nel cortile del Pastificio Cerere una serie di azzeccati mix di suoni elettronici e immagini video, un ultimo show ha concluso il ciclo, lo scorso 9 settembre. “I miei amici hanno più talento di me”, rassegna ideata e curata dall’artista Gianni Politi, insieme ad altri artisti coetanei ed affini per poetica, intenzioni e sperimentazioni, ha provato a raccontare uno spaccato della scena emergente romana, puntando tutto sul tema della condivisione, dello scambio creativo ed intellettuale, della formazione di un milieu coerente e insieme variegato.

Protagonisti di questo quarto evento erano i dj Gattonero e Zerø, insieme all’artista Pino Pipoli col video Temporale (2015). Installata sempre nella corte interna l’installazione Where is Dawn now? di Leonardo Petrucci.
Musica cerebrale, astratta e rigorosa per Gattonero, cofondatore e direttore artistico del collettivo audiovisivo LSWHR, per una maglia sonora che spazia dalla disco alla new age, dall’abstract house all’acid house, mentre echi della mitica scuola di Detroit arrivano dai set di Zerø, con una scia ipnotica di dub e techno.
Prima di loro, nel mese di luglio, avevamo visto e ascoltato: Estasy, Rawmance, Lupo Borgonovo, Vostok Lake, Name / Age, Federico Del Vecchio, Heroin in Tahiti, Altarboy e Gianni Politi.
Inserito nella programmazione Estate Romana 2015, il progetto è stato realizzato con il sostegno di Roma Capitale, in collaborazione con la Siae.

Helga Marsala

www.pastificiocerere.it

 

 

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Helga Marsala
Helga Marsala è critica d'arte, giornalista, editorialista culturale e curatrice. Insegna all'Accademia di Belle Arti di Roma, dove è stata anche responsabile dell'ufficio comunicazione. Collaboratrice da anni di testate nazionali di settore, ha lavorato a lungo come caporedattore per la piattaforma editoriale Exibart. Nel 2011 è nel gruppo che progetta e lancia la piattaforma Artribune, dove ancora oggi lavora come autore e membro dello staff di direzione. Svolge un’attività di approfondimento teorico attraverso saggi e contributi critici all’interno di pubblicazioni e cataloghi d’arte e cultura contemporanea. Scrive di arti visive, arte pubblica e arte urbana, politica, costume, comunicazione, attualità, moda, musica e linguaggi creativi contemporanei. È stata curatorice dell’Archivio S.A.C.S (Sportello Artisti Contemporanei Siciliani) presso Riso Museo d'arte contemporanea della Sicilia e membro del Comitato Scientifico, collaborando a più riprese con progetti espositivi, editoriali e di ricerca del Museo. Cura mostre e progetti presso spazi pubblici e privati in Italia, seguendo il lavoro di artisti italiani ed internazionali. Dal 2018 al 2020 ha lavorato come Consulente per la Cultura del Presidente della Regione Siciliana e dell'Assessore dei Beni Culturali e dell'Identità Siciliana.