Pietro Mele, Every day, 2011
video HD, colore, stereo, durata 5’13”
courtesy of the artist

Opera vincitrice della prima edizione (2012) del concorso di videoarte Senz’Appello, indetto dalla Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea della Repubblica di San Marino, in collaborazione con l’Associazione Culturale MASK.

Iscriviti a Incanti. Il settimanale di Artribune sul mercato dell'arte

 
 

Sinossi: “Da trent’anni la vita di un pastore convive con l’attività quotidiana di uno dei più grandi e attivi aeroporti NATO d’Europa. Il video prende forma attraverso un’aggiunta progressiva di informazioni che solo alla fine ricompongono il quadro nella sua completezza, mettendo in relazione due mondi inconciliabili.

La Sardegna accoglie nel suo territorio circa il 60% del demanio militare nazionale. Il prezzo che la popolazione sarda sta pagando per questa specificità non richiesta si traduce in una strage di civili, morti per tumori al sistema emolinfatico e di leucemia, così come un’altissima incidenza di malattie genetiche.

Il clima mite, la grande disponibilità di territori non abitati uniti ad una densità di popolazione bassissima hanno reso l’isola il posto ideale per le attività militari, luogo in cui gli eserciti NATO e non NATO (come Israele) vengono non solo per le esercitazioni di routine ma anche e soprattutto per collaudare gli ultimi sistemi d’arma (è stato da più parti dimostrato che proprio nel poligono sperimentale PISQ di Quirra furono testate le prime munizioni all’uranio impoverito). Il segreto militare copre però qualsiasi tipo di attività, lasciando la popolazione ignara di cià che viene sperimentato sulla propria pelle. Se da una parte essa si configura come vittima, dall’altra, i suoi territori sono inconsapevolmente complici delle maggiori guerre del pianeta.”

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Helga Marsala
Helga Marsala è critica d’arte, giornalista, editorialista culturale e curatrice. Insegna all’Accademia di Belle Arti di Palermo e di Roma (dove è stata anche responsabile dell’ufficio comunicazione). Collaboratrice da vent’anni anni di testate nazionali di settore, ha lavorato a lungo, fino al 2010, come caporedattore per la piattaforma editoriale Exibart. Nel 2011 è nel gruppo che progetta e lancia la testata culturale Artribune, dove ancora oggi lavora come editorialista, collaborando col team di direzione e operando come curatrice e project manager nel nuovo comparto aziendale Artribune Produzioni. Svolge un’attività di approfondimento teorico attraverso saggi e contributi critici all’interno di pubblicazioni d’arte e cultura contemporanea. Scrive di arti visive, arte pubblica, politica, costume, comunicazione, attualità e linguaggi creativi contemporanei. Presso Riso Museo d’Arte contemporanea della Sicilia è stata curatrice dell’Archivio S.A.C.S (Sportello Artisti Contemporanei Siciliani) e membro del Comitato Scientifico, collaborando a più riprese con progetti espositivi, editoriali e di ricerca del Museo. Cura mostre e progetti, prevalentemente presso spazi pubblici italiani, seguendo il lavoro di artisti italiani ed internazionali. È stata membro di commissioni e giurie per premi/residenze d’ambito nazionale, riservati ad artisti. Dal 2018 al 2020 ha lavorato come Consulente per la Cultura del Presidente della Regione Siciliana e dell’Assessore dei Beni Culturali e dell’Identità Siciliana.