Creare l’impossibile. A Torino

Spaziobianco, Torino – fino al 19 novembre 2016. Nell’ambito di Circuito Off, parte della prima edizione di NESXT – festival dedicato alla cultura artistica degli spazi indipendenti – lo spazio torinese ospita una collettiva che raccoglie novanta artisti provenienti da mezzo mondo per raccontare l’impossibile.

Impossibile. Collettiva a 90 nomi - exhibition view at Spaziobianco, Torino 2016
Impossibile. Collettiva a 90 nomi - exhibition view at Spaziobianco, Torino 2016

Spaziobianco, realtà non profit e indipendente attiva dal 2011, presenta una grande collettiva che raccoglie circa novanta artisti nazionali e internazionali per realizzare una mostra impossibile. Ed è proprio IMPOSSIBILE il titolo dell’esposizione che mette insieme una vera e propria fabbrica delle idee, con tanti progetti, schede grafiche, fotografie, istruzioni specifiche, disegni, planimetrie, lettere, neologismi e suggestioni architettoniche e culturali di qualsiasi tipo. Senza nessuna distinzione tra discipline e generazioni differenti, ogni artista è stato invitato a riflettere e progettare un’opera impossibile da realizzare e stampare in un formato non superiore a 50×35 cm. L’idea dei curatori, che ricorda alla lontana quello che fu il Palazzo Enciclopedico, è di creare una piattaforma web consultabile da tutti, una mostra 2.0 concepita come un contenitore virtuale all’interno del quale classificare opere fantastiche e immagini improbabili che raccontino ed esaltino l’utopia progettuale sospesa tra sogno e realtà. Tra gli artisti partecipanti ci sono anche Francesco Arena, Alessandro Cannistrà, Gea Casolaro, Luigi Mainolfi, Matteo Nasini, Carola Bonfili, Cesare Pietroiusti e Delphine Valli.

Giuseppe Amedeo Arnesano

Torino // fino al 19 novembre 2016
Impossibile. Collettiva a 90 nomi
a cura di Saverio Todaro, Nicus Lucà e Silvano Costanzo 

Artisti: Ak2deru, Salvatore Astore, Daniele Alonge, Alessio Ancillai, Francesco Arena, Paolo Assenza, Aurora Meccanica, Eleonora Baglieri, Maura Banfo, Alice Benessia, Valerio Berruti, Diego Bonelli, Saverio Bonelli, Enrica Borghi, Domenico Borrelli, Klaas Burger, Julien Cachki, Giulia Caira, Alessandro Cannistrà, Andrea Caretto e Raffaella Spagna, Jessica Carroll, Annalisa Cattani, Gea Casolaro, Riccardo Centimeri e Giacomo Luperini, Maurizio Cilli, Gisella Chaudry, Fabrizio Cicero, Laura Cionci, Luigi Citarrella, Silvano Costanzo, Estelle Courtois, Alexandra Dementieva, Carlo De Meo, Amedeo Desideri, Davide Dormino, Elzévir, Adriano Ferrante, Pierluigi Fresia, Elisa Gallenca, Mariangela Gagliano, Serena Gamba, Alessandro Gioiello, Globster_A, Luca Grechi, Hilario Isola, Enrico Iuliano, Alessio Larocchi, Paolo Leonardo, Gijs van Lith, Nicus Lucà, Luigi Mainolfi, Armando Marrocco, Ernesto Morales, Andrea Massaioli, Bartolomeo Migliore, Dario Neira, Matteo Nasini e Carola Bonfili, Matteo Norzi, Irina Novarese, Daria Paladino, Jessica Pelucchini, Cesare Pietroiusti, Emanuel Dimas de Melo Pimenta, Paolo Piscitelli, Pierluigi Pusole, Isabella Quaranta, Claudio Rotta Loria, Renato Sabatino, Gino Sabatini Odoardi, Luca Saini, Kimitake Sato, Leardo Sciacoviello, Francesco Sena, SMS, Stefania Spitalieri, Giuliana Storino, Gabriele Strani, Tea Taramino, Mars Tara (Martino Tarantola), Saverio Todaro, Francesco Trabattoni, Arianna Uda, Luisa Valentini, Delphine Valli, Maurizio Vetrugno, Luca Vitone
SPAZIOBIANCO
Via Saluzzo 23/bis

333 6863429
[email protected]

www.spaziobiancogallery.com

MORE INFO:
https://www.artribune.com/dettaglio/evento/57159/impossibile/

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Giuseppe Arnesano
Storico dell'arte e curatore indipendente. Laureato in Conservazione dei Beni Culturali all'Università del Salento e in Storia dell'Arte Moderna presso l'Università La Sapienza di Roma. Ha conseguito un master universitario di I livello alla LUISS Master of Art di Roma. Giornalista pubblicista, iscritto all'ordine nazionale dei giornalisti dal 2011, collabora come critico d’arte con Artribune dal 2011. Nel settore della comunicazione culturale, dal 2013 a oggi, ha lavorato con la Soprintendenza Speciale del Polo Museale Romano, con la Fondazione Torino Musei e la Fondazione Carriero a Milano. Tra le mostre recenti è co-curatore del progetto “Studio e Bottega - Tradizione e Creatività nel segno dell’Arte”, ideato da Ilaria Gianni e realizzato negli spazi della Fondazione Pastificio Cerere di Roma.