Orizzonti variabili. Andrea Chiesi a Bologna

CUBO Unipol, Bologna – fino al 15 luglio 2016. Fra tele di grande formato e recenti lavori dedicati alle periferie bolognesi, l’artista modenese è protagonista a Bologna. Con una mostra che ne ripercorre le vicende creative.

Andrea Chiesi, San Donato, 2016
Andrea Chiesi, San Donato, 2016

È uno degli interpreti più interessanti dei mutamenti del paesaggio urbano. Artista modenese dall’animo punk, Andrea Chiesi, classe 1966, propone allo Spazio Arte CUBO una selezione di tele di grande formato, straordinariamente minuziose, arricchita da 27 disegni inediti a grafite su carta, che ne tratteggiano la parabola creativa, coerentemente rivolta al tema caro delle periferie, nella sua visione luoghi del silenzio e del mistero dall’insospettabile valore aggiunto. In tal senso, fra cieli plumbei e ombre interrotte da chiarori improvvisi, vanno letti lavori come quello recente dedicato al quartiere bolognese di San Donato, con il suo gasometro, in dialogo con altri più datati, accomunati da “orizzonti impermanenti” – usando le parole del curatore Claudio Musso –, “prospettive in cui lo skyline è composto da numerosi livelli sovrapposti”.

Domenico Carelli

Bologna // fino al 15 luglio 2016
Andrea Chiesi – Orizzonte Variabile
a cura di Claudio Musso
CUBO – CENTRO UNIPOL
Piazza Sergio Vieira de Mello 3
051 5076060
[email protected]
www.cubounipol.it

MORE INFO:
http://www.artribune.com/dettaglio/evento/53044/andrea-chiesi-orizzonte-variabile/

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI