Spoleto. Tradizionalmente contemporanea

Palazzo Collicola Arti Visive, Spoleto – fino al 22 maggio 2016. Una nuova stagione espositiva per un museo, e con esso una città, che conferma il suo impegno nello scoprire, presentare e documentare le molteplici forme di sperimentazione del presente. Senza andare troppo lontano…

Mauro Iori – Metabolismi da camera - Palazzo Collicola Arti Visive, Spoleto 2016
Mauro Iori – Metabolismi da camera - Palazzo Collicola Arti Visive, Spoleto 2016

SPOLETO E IL CONTEMPORANEO
L’attitudine di Spoleto verso il contemporaneo si rinnova a ogni ciclo di esposizioni presentato a Palazzo Collicola. Lo schema è sempre quello della cadenza stagionale: il calendario è composto da più mostre visibili per un buon lasso di tempo; il risultato è che ogni ala del palazzo viene valorizzata e ogni singola mostra assume un forte spessore. Il direttore artistico Gianluca Marziani, confermando nel tempo la scelta di questa formula, ha trovato il modo di sfruttare in maniera opportuna lo spazio chiamato a gestire.

IL PARRUCCHIERE DELLE STELLE
Protagonista del piano superiore è il romano Sergio Russo, artista serotino, che ha affinato l’indole creativa nella carriera di parrucchiere delle stelle, quando alle acconciature delle attrici della Roma Anni Settanta.
Oggi vive nella provincia laziale e fa del lavoro manuale il centro della propria ricerca; si inserisce in una tradizione materica, adoperando come tecnica la disposizione armonica di materiali anomali, quasi prosaici, sul supporto: semplici rondelle da ferramenta integrate da colore a olio diventano chiave modulare di matrice pittorica, dando vita a una superficie che gioca non solo con colori e forme, ma anche con le ombre che si formano dal loro innesto. E lo stesso con chiodi, catene, bulloni, frammenti di vetro colorato, ma anche elementi naturali come bacche e rami, impronte di conchiglie, e tavole “sgorbiate”, solcate e intrise di energiche esplosioni di colore.

Mauro Iori – Metabolismi da camera - Palazzo Collicola Arti Visive, Spoleto 2016
Mauro Iori – Metabolismi da camera – Palazzo Collicola Arti Visive, Spoleto 2016

CHIRICO. FRA ROMA E L’UMBRIA
L’esposizione contigua è la personale dedicata a Natino Chirico (Reggio Calabria, 1953) e alle sue mitologie contemporanee. L’allestimento permette di seguire l’evoluzione di un artista, che, in equilibrio tra Roma e l’Umbria, fa delle icone radicate nella cultura del presente pretesti per il gioco pittorico. Le acide autobiografie dipinte negli Anni Settanta cedono il passo all’estetica dell’acrilico: tinte sature e artificiali che debordano da silhouette di figure riconosciute, una gestalt cinematografica e tutta occidentale che fa di Chaplin e Fellini archetipi moderni.

IORI E IL QUI E ORA
Il dehors e le stanze adiacenti accolgono i lavori di Mauro Iori, che centrifugano in sequenze di caos controllato tutti gli aspetti di una vita dedicata al mestiere dell’arte. Da docente esperto presso l’Accademia di Roma, apre agli occhi dello spettatore il suo atelier e le migliaia di sollecitazioni di una vita a contatto con l’arte e la sua storia: oggetti personali e citazioni d’autore nell’elegia di un “qui e ora” maturato da una vita di esperienze estetiche e umane.
Inaspettata ed eloquente è la collettiva allestita da novembre nell’appartamento del piano nobile: Spoleto contemporanea è una carrellata delle proposte che nascono e transitano nella piccola città umbra, capoluogo del contemporaneo nel centro Italia. La vocazione alla sperimentazione fa parte ormai del dna cittadino, e questa mostra ha intercettato e ne ha mappato le firme più interessanti. Sono più di cinquanta (tra esse anche Carlo Maria Mariani e Myriam Laplante) per dimostrare, come dice il claim della mostra, che “la città è ricca di energie, idee, visioni”.

Valeria Carnevali

Spoleto // fino al 22 maggio 2016
Sergio Russo – Rilievi biologici
Natino Chirico – Mitologie di un eterno presente
Mauro Iori – Metabolismi da camera
Spoleto contemporanea
a cura di Gianluca Marziani
PALAZZO COLLICOLA
Piazza Collicola 1
0743 46434
[email protected]
www.palazzocollicola.it

MORE INFO:
https://www.artribune.com/dettaglio/evento/52196/sergio-russo-rilievi-biologici/
https://www.artribune.com/dettaglio/evento/52194/natino-chirico-mitologie-di-un-eterno-presente/
https://www.artribune.com/dettaglio/evento/52195/mauro-iori-metabolismi-da-camera/

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Valeria Carnevali
Sempre attratta dalle forme della cultura contemporanea come espressione delle dinamiche umane, in una prima vita ho vissuto e lavorato a Milano per inseguire da vicino l’evolversi del presente, collaborando con gallerie, spazi espositivi ed editori specializzati in arte e attualità. Dal 2007 ho stabilito una nuova dimensione nella natura montana del centro Italia, occupandomi di didattica, educazione e formazione delle generazioni più giovani e viaggiando il più possibile. Conduco una vita raminga tra l’Appennino umbro-marchigiano e l’Oceano Atlantico, trovata nella città di Lisbona una seconda casa dal 2017. Sono convinta che l’educazione estetica, all’arte e attraverso l’arte, sia una chiave fondamentale di sviluppo del pensiero critico e della coesistenza democratica. Scrivo per Artribune dal 2012.