L’omaggio di Macerata a Sante Monachesi

GABA.MC, Macerata – fino al 16 maggio 2016. La città marchigiana celebra uno dei suoi cittadini più illustri con una grande retrospettiva. Un focus espositivo sulla carriera di Sante Monachesi e sul fascino senza tempo delle sue sperimentazioni.

Sante Monachesi – Futuragrà – GABA.MC, Macerata 2016
Sante Monachesi – Futuragrà – GABA.MC, Macerata 2016

UNO SGUARDO AL FUTURO
La città di Macerata dedicata all’illustre Sante Monachesi (Macerata, 1910 – Roma, 1991) un’ampia retrospettiva. Creatore, nel 1932 con Bruno Tano, del Gruppo Futurista Marchigiano Umberto Boccioni, Futuristi nelle Marche, fu un’artista multiforme e internazionale.
Attento al movimento, alla metamorfosi e al divenire, fu attratto dal vertiginoso universo futurista, dalla sua aeropittura e dagli allumini a luce mobile. Vigore, velocità e vitalità segnano la prime esperienze artistiche. Suggestivi i lavori degli Anni Quaranta e Cinquanta, dove città, fiori e colori campeggiano in tele vivaci e trascinanti.

POTENZA SPERIMENTALE
Sempre appassionato del domani, Monachesi sperimenta materiali e componenti fino a realizzare sculture in azione in gommapiuma e in polimetilmetacrilato. L’artista lega e scioglie il foglio di gommapiuma, creando continuamente nuove forme e modella lastre di perspex trasparente e fluorescente, catturando e liberando il pieno e il vuoto che le circonda.
Fonda il Movimento Agrà per un “mondo limpido e rarefatto”, dove assenza di gravità, levità e leggerezza dominano sagome e corpi.

Sante Monachesi – Futuragrà – GABA.MC, Macerata 2016
Sante Monachesi – Futuragrà – GABA.MC, Macerata 2016

UN FASCINO DINAMICO
Eclettico e affascinate, cattura e disorienta lo spettatore, anticipatore e rivoluzionario, innova e inventa modelli e prototipi. Ricercatore e trasformatore, stravolge oggetti e accende colori. Espressivo e visionario, ordina e compone spazi senza tempo.
Libertà, dinamicità e curiosità guidano indagini e segni in spirali di un fare moderno e vibrante. Trasporto, irrequietezza e polifunzionalità si riflettono in baldanzose coniugazioni e versatili accordi di impronte voraci e pirotecniche.

Silvia Papa

Macerata // fino 16 maggio 2016
Sante Monachesi – Futuragrà
a cura di Antonello Tolve e Marianne Wild 
GABA.MC – GALLERIA DELL’ACCADEMIA DI BELLE ARTI
Piazza Vittorio Veneto 7
0733 405111
www.abamc.it

MORE INFO:
http://www.artribune.com/dettaglio/evento/52864/sante-monachesi-futuragra/

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Silvia Papa
Storico dell’arte. Laureata in Storia e Conservazione dei Beni Culturali – indirizzo Storico Artistico – con una tesi quadriennale in Museologia e una seconda Laurea in Lettere con una tesi in Storia della lingua italiana, ha studiato all’Università di Copenhagen e ha insegnato lingua e letteratura italiana all’Università svedese di Falun. Da alcuni anni collabora come autore e redattore per riviste e blog, conferenziere e curatore di mostre per l’azienda di servizi per l’archeologia e i beni culturali ABACO Società Cooperativa.