Oggi ho mangiato. Iginio Iurilli a Bari

CoArt Gallery, Corato – fino al 17 maggio 2016. In Puglia, un nuovo spazio dedicato all’arte contemporanea presenta la mostra dedicata a Iginio Iurilli. Si intitola “Petroleum” e parla di degrado, abbandono, memoria.

Iginio Iurilli, Oggi ho mangiato pesce azzurro, 2015
Iginio Iurilli, Oggi ho mangiato pesce azzurro, 2015

Impronte, tracce, vortici di memoria, scorie, ciò che è stato e ciò che sarà. Queste sembrano essere le materie prime del lavoro di Iginio Iurilli (Gioia del Colle, 1946) protagonista unico della mostra Petroleum, curata da Isabella Battista e Alexander Larrarte presso la CoArt Gallery di Corato, spazio sperimentale non profit dedicato alla promozione dell’arte contemporanea che da poco ha aperto i battenti in Puglia. E che si presenta al pubblico con una grande installazione effimera site specific, Detriti, in cui l’artista, molto legato al tema dell’ambiente, racconta con il suo lavoro ciò che non si vede, ma c’è.
Dimenticate le spiagge luminose, dalla finissima grana bianca: lo scenario che Iurilli espone, con sabbie nere sature di rifiuti e detriti, quasi post apocalittici, esiste sul serio. Fa parte del degrado e dell’abbandono cui l’uomo stesso sottopone il paesaggio. Un registro consimile nelle riforme, ma diverso nei contenuti, caratterizza i piatti della serie Oggi ho mangiato, nei quali l’artista imprime nella terra lo scheletro della lisca di un pesce scarnificato e poi abbandonato. Sono così semplici e allo stesso tempo così significativi questi piccoli oggetti di memoria, questi fossili, che raccontano una condizione prettamente esistenziale, uno spazio intimo che ci riporta alla terra, alle origini, alla fragile condizione di tutti gli esseri viventi e che ritorna negli studi preparatori in matita e sanguigna che completano la mostra.

Santa Nastro

Corato // fino al 17 maggio 2016
Iginio Iurilli – Petroleum
a cura di Isabella Battista e Alexander Larrarte
COART GALLERY
Vico San Francesco 4/6
349 6141159

MORE INFO:
https://www.artribune.com/dettaglio/evento/52718/iginio-iurilli-petroleum/

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Santa Nastro
Santa Nastro è nata a Napoli nel 1981. Laureata in Storia dell'Arte presso l'Università di Bologna con una tesi su Francesco Arcangeli, è critico d'arte, giornalista e comunicatore. Attualmente è membro dello staff di direzione di Artribune. È inoltre autore per il progetto arTVision – a live art channel, ufficio stampa per l’American Academy in Rome e Responsabile della Comunicazione della Fondazione Pino Pascali. Dal 2011 collabora con Demanio Marittimo.KM-278 diretto da Pippo Ciorra e Cristiana Colli, con Re_Place, Mu6, L’Aquila e con Arte in Centro. Dal 2006 al 2011 ha collaborato alla realizzazione del Festival dell'Arte Contemporanea di Faenza, diretto da Angela Vettese, Carlos Basualdo e Pier Luigi Sacco. Dal 2005 al 2011 ha collaborato con Exibart nelle sue versioni online e onpaper. Ha pubblicato per Maxim e Fashion Trend, mentre dal 2005 ad oggi ha pubblicato su Il Corriere della Sera, Arte, Alfabeta2, Il Giornale dell'Arte, minima et moralia e saggi testi critici su numerosi cataloghi e pubblicazioni.