L’irriverenza dell’iconografia contemporanea. Abbate e Consiglio a Palermo

Galleria d’Arte Moderna, Palermo – fino al 16 maggio 2016. Dopo l’Umbria e Berlino, arriva in Sicilia la mostra che indaga il valore delle immagini nel mondo contemporaneo. In bilico tra apparenza martellante e svuotamento di contenuti.

Adalberto Abbate - Mario Consiglio – Manifesto - installation view at GAM, Palermo 2016
Adalberto Abbate - Mario Consiglio – Manifesto - installation view at GAM, Palermo 2016

L’inflazione dell’immagine e la perdita del suo significato: potrebbe essere il sottotitolo di Manifesto, la bipersonale di Adalberto Abbate (Palermo, 1975) e Mario Consiglio (Maglie, 1968) che approda alla GAM di Palermo dopo le esposizioni al Centro per l’Arte Contemporanea di Palazzo Lucarini a Trevi e al Grimmuseum di Berlino. La mostra è un giocoso e ironico dialogo orchestrato dai due artisti, un collage di memorie e visioni, un mosaico di déjà-vu e di icone dell’immaginario collettivo contemporaneo che si influenzano, confondono, manipolano, svuotano di senso per acquisirne di nuovo, o non acquisirne affatto. Abbate e Consiglio apparecchiano con cura le loro immagini, le offrono allo spettatore come vivande su una tavola riccamente imbandita che trabocca di grassi e calorie: un bombardamento visivo pari a quello propinato dai mass media, accostamenti irreverenti e surreali che sorprendono e disorientano. Il caleidoscopico patchwork fotografico fa da sfondo a installazioni che ripropongono la rassicurante intimità del focolare domestico, luogo in cui quotidianamente si consuma il misfatto mediatico dei nuovi prototipi di bellezza e bruttezza che oramai non siamo più in grado di recepire e metabolizzare, ma scorrono davanti ai nostri occhi distratti e saturi come una moda passeggera destinata al dimenticatoio.

Desirée Maida

Palermo // fino al 16 maggio 2016
Adalberto Abbate / Mario Consiglio – Manifesto
GAM
Piazza Sant’Anna 21
091 8431605
[email protected]
www.gampalermo.it

MORE INFO:
https://www.artribune.com/dettaglio/evento/52909/adalberto-abbate-mario-consiglio-manifesto/

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Desirée Maida
Desirée Maida (Palermo, 1985) ha studiato presso l’Università degli Studi di Palermo, dove nel 2012 ha conseguito la laurea specialistica in Storia dell’Arte. Palermitana doc, appassionata di alchimia e cultura giapponese, approda al mondo dell’arte contemporanea dopo aver condotto studi sulla pittura del Tardo Manierismo meridionale (approfonditi durante un periodo di ricerche presso la Galleria Regionale della Sicilia di Palazzo Abatellis) e sull’architettura medievale siciliana. Ha scritto per testate siciliane e di settore, collaborato con gallerie d’arte e curato mostre di artisti emergenti presso lo Spazio Cannatella di Palermo. Oggi fa parte dello staff di direzione di Artribune e cura per realtà private la comunicazione di progetti artistici e culturali.