Concetto e materia. Koo Jeong-A torna a Genova

Galleria Pinksummer, Genova – fino al 21 maggio 2016. Koo Jeong-A torna in Liguria con una personale di concetto e di materia. Accostando la razionalità della forma alla vulnerabilità delle idee.

Koo Jeong-A – 4.3.3. – installation view at Pinksummer, Genova 2016
Koo Jeong-A – 4.3.3. – installation view at Pinksummer, Genova 2016

Si intitola 4.3.3 ed è la seconda personale genovese della coreana Koo Jeong-A (Seoul, 1967), ospite di Pinksummer, centro nevralgico dell’arte concettuale contemporanea, dove le nuove tendenze della scena internazionale si misurano con un concept sempre attento alla riflessione filosofico-intellettuale.
Anche questa volta Koo Jeong-A resta coerente al suo pragmatico minimalismo, dietro al quale si nasconde una complessa ricerca articolata tra spiritualismo e alchimia, tra la razionalità della forma e la vulnerabilità delle idee. Strutture essenziali, a delineare un’uniforme monocromia, la cui duplice chiave di lettura è sottolineata anche dalla scelta del materiale (il magnete) e dalla relazione tra il progetto e il nome che l’artista ha scelto per questo ciclo di sculture, una sequenza di numeri casuale che non vuole essere decifrata attraverso la lettura della numerologia cinese, se non a supporto del principio secondo cui i numeri pari sono yin e i dispari sono yang. Così come gli elementi tra loro opposti hanno radice uno nell’altro: sono interdipendenti, hanno origine reciproca, l’uno non può esistere senza l’altro.

Maura Ghiselli

Genova // fino al 21 maggio 2016
Koo Jeong-A – 4.3.3.
PINKSUMMER
Piazza Matteotti 9 – Cortile Maggiore 28r
010 2543762
[email protected]
www.pinksummer.com

MORE INFO:
http://www.artribune.com/dettaglio/evento/51644/koo-jeong-a-4-3-3/

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Maura Ghiselli
Maura Ghiselli, nata a Genova nel 1981. Vive tra la sua città e Milano. Si laurea in Arti Visive e Discipline dello Spettacolo all’Accademia Ligustica di Belle Arti di Genova. Ha frequentato corsi di Storia dell’Arte e Antropologia Culturale presso l’Università Miguel Hernandez di Alicante e ha ultimato il suo percorso formativo post-universitario seguendo un master all’Istituto Europeo di Design e un Master alla Fondazione FORMA per la Fotografia, entrambi a Milano. Collabora per diversi anni con la galleria d’arte contemporanea Satura Art Gallery a Genova, come curatrice e critico d’arte (tra le mostre curate la Rassegna Il Muro, presso Mikalojus Konstantinas Čiurlionis National Art Museum di Kaunas, Lituania, con il patrocinio del Mikalojus Konstantinas Čiurlionis National Art Museum e Istituto Italiano di Cultura Vilnius e la Rassegna Volando con la Gazza Ladra, presso Palazzo Ducale di Genova, in collaborazione con la Fondazione per la Cultura Genova Palazzo Ducale). Collabora anche con Studio44, un’altra galleria del circuito genovese, per la quale cura la critica relativa ad alcuni eventi. Dal 2011 recensionista per Exibart, nel 2014 passa ad Artibune.