Josh Smith. Mistero irrisolto alla Galleria Massimo De Carlo

Galleria Massimo De Carlo, Milano – fino al 16 maggio 2014. Alla sua seconda personale nello spazio milanese, l’artista nato a Okinawa presenta una galleria continua di dipinti e alcune sculture fittili. La ricorsività compulsiva dei lavori e l’evasione apparente dei soggetti rimarcano la discrepanza del titolo: “Unsolved Mistery”.

Josh Smith - Unsolved Mystery - veduta della mostra presso la Galleria Massimo De Carlo, Milano 2014 - photo Roberto Marossi - courtesy Massimo De Carlo, Milano-Londra

Unsolved Mystery è il titolo della seconda personale milanese di Josh Smith (Okinawa, 1976; vive a New York). L’artista americano dipinge seguendo la compulsione quieta, incontrovertibile, sprigionata dalla riproduzione ossessiva del medesimo soggetto. Gli orli pastosi di una palma, inscurita dai cieli ipnotici della fissità di un tramonto, si ripetono per decine di volte, su tele e pannelli in legno dipinti a olio e poi allestiti a piano terra, in Galleria De Carlo. Serialità, originalità ed evasione ruotano attorno alla simbologia estatica di una palma oscura che, ripetuta nelle forme molteplici del proprio significante, modifica il senso e la leggerezza della visione. L’oggetto del desiderio, a ogni sua rappresentazione, diventa afferrabile e concreto, ancestrale e inspiegabile, proprio come  il nucleo di sculture in ceramica, allestito in parallelo.

Ginevra Bria

Milano // fino al 16 maggio 2014
Josh Smith – Unsolved Mystery
Massimo De Carlo
Via Ventura 5
02 70003987
[email protected]
www.massimodecarlo.com

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Ginevra Bria
Ginevra Bria è critico d’arte e curatore di Isisuf – Istituto Internazionale di Studi sul Futurismo di Milano. È specializzata in arte contemporanea latinoamericana.