Born to be wild

Il 2012 prossima frontiera? In cerca di risposte, la Ono Arte di Bologna guarda al passato: il 1969, trampolino di una nuova era. Fino al 12 aprile, tra musica e fotografia.

Bill Owens - Altamont - 1969 - courtesy Owens Archive Milano/Claudia Zanfi

Profezie Maya, crisi economica e anno bisesto. Se il presente non sembra rincuorante, ciò che è certo è che cambierà qualcosa. Come nel 1969, fatidica data battezzata da sogni, ribellione e caduta degli idoli, raccontata da una mostra scandita a colpi di flash e ritmo di musica, oramai due costanti della Ono Arte. Fotografie che documentano eventi impressi nella memoria collettiva, visti e vissuti da chi lì c’era veramente. Fra i momenti più iconici ricordati: l’ultimo concerto live dei Beatles sul tetto della Apple Corps a Londra e l’incredibile raduno a Woodstock, colpo di coda del “flower power” e di un velleitario desiderio di pace e libertà destinato a sfiorire. Ma anche gli scatti del Satyricon di Fellini firmati da Tazio Secchiaroli e le immagini di backstage di Easy Raider.

Leonardo Iuffrida

Bologna // fino al 12 aprile 2012
1969: l’anno in cui tutto è cambiato
ONO ARTE CONTEMPORANEA
Via Santa Margherita 10051 262465
[email protected]
www.onoarte.com

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Leonardo Iuffrida
Leonardo Iuffrida ha conseguito con lode la laurea magistrale in Arti Visive presso l’Università di Bologna. Si interessa soprattutto degli intrecci tra arte e moda, in particolare attraverso il mezzo fotografico. Ha pubblicato i saggi Steven Klein. Lo sguardo provocante della fotografia di moda in Obiettivo Moda. Incursioni nella fotografia di moda contemporanea a cura di F. Muzzarelli (Bup 2010) e Neopop & Fashion. L’alba del nuovo millennio in Agatha Ruiz de la Prada loves Elio Fiorucci. Arte e moda dalla Pop al Neopop a cura di F. Fabbri e F. Muzzarelli (Silvana Editoriale 2011). Ha collaborato con Exibart, il bookazine internazionale Circus e il sito pittimmagine.com. Suoi scritti sono apparsi su Vogue Italia e L’Uomo Vogue in relazione ai contest promossi da Vogue.it. E’ direttore editoriale e autore dei testi di Nob - realnob.blogspot.com, blog di stile al maschile dedicato all’approfondimento degli immaginari di moda. E’ stato fashion editor per il video “Noble Note” realizzato per Z Zegna.