Decalogo Ontani

Luigi Ontani: un nome che, già di per sé, dice molto se considerato nella sua più totale versatilità. In mostra a Milano una selezione di 10 opere, a offrire una sorta di efficace decalogo del poliedrico artista. Da Ca’ di Fra’, fino al 26 novembre.

Luigi Ontani - Heliondimio - courtesy Mirabili Arte d’Abitare, Firenze

C’è chi fa dell’arte la propria professione e chi ne fa la propria vita. Luigi Ontani (Grizzana Morandi, 1943; vive a Roma) ha scelto, sin dall’inizio, di fare dell’arte la propria identità, la sua dimensione d’eccezione dove potersi esprimere liberamente, in una continua ricerca e sperimentazione di sé e della realtà. Le dieci opere esposte in mostra formulano un buon compendio della sua trasversale produzione: ogni opera sottolinea i diversi aspetti della sua poetica, componendo un multiforme ritratto d’artista. L’attenzione alla tradizione iconografica occidentale e orientale, il filtro del gioco e dell’ironia, il tema della maschera, il corpo, l’uso polivalente dei linguaggi artistici, il gusto per il kitsch, il narcisismo, l’ibridazione, la trasformazione. Insomma, il mondo Ontani in piena regola.

Serena Vanzaghi

LEGGI ANCHE:
Ontani al Castello di Rivoli

Milano // fino al 26 novembre 2011
Luigi Ontani – Opere
Galleria Ca’ di Fra’ Arte Contemporanea
Via Carlo Farini 2
02 29002108
[email protected]


Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Serena Vanzaghi
Serena Vanzaghi (Milano, 1984) è laureata in Storia dell'arte con una specializzazione incentrata sulla promozione e l'organizzazione per l'arte contemporanea. Dal 2011 si occupa di comunicazione e progettazione in ambito culturale ed editoriale.