Parole private in spazi pubblici. Massimo Grimaldi al Pastificio Cerere

Look total white per la Fondazione Cerere, che ospita “Texts”. Sono le “Postcards from…” di Massimo Grimaldi. Prosegue così, fino al 21 ottobre, il progetto del Pastificio con l’Agenzia Pubblicità Affissioni di Roma.

Massimo Grimaldi - Texts - veduta della mostra presso il Pastificio Cerere, Roma 2011 - photo Cinzia De Nigro

Candide pareti accolgono i testi realizzati da Massimo Grimaldi (Taranto, 1974; vive a Milano) in materiale traslucido ed esposti per la prima volta in Italia, con l’idea di diffondere l’arte nel contesto urbano, e principalmente in spazi inediti, come, per l’appunto, un cartellone pubblicitario. Le scritte, unico mezzo artistico concesso nella mostra, rimandano direttamente a una riflessione astratta e concreta al tempo stesso: i pensieri si mescolano alle emozioni, in un flusso ininterrotto tra la condizione dell’artista, il mondo reale e la sfera dell’estetica.

Come afferma Grimaldi: “Il mio obiettivo è avere un contatto più diretto col fruitore. Inizialmente i miei testi erano inerenti al sistema dell’arte e al mio rapporto di artista con esso. Nel tempo, sono diventati alcuni più astratti, altri parlano d’amore, altri ancora fondono arte e sentimento”.

Marzia Apice

Roma // fino al 21 ottobre 2011
Postcards from… – Massimo Grimaldi – Texts
a cura di Marcello Smarrelli
www.pastificiocerere.it


Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Marzia Apice
Marzia Apice, romana, si è laureata nel 2002 al Dams di Roma Tre con una tesi in Storia e Critica del Cinema. A partire dal 2003, anno di iscrizione all'ordine dei giornalisti del Lazio, ha lavorato come giornalista free lance presso numerose testate dedicate alla cultura, tra cui quelle degli editori Mondadori Electa e Baldini Castoldi Dalai, occupandosi sia sul web che sulla carta stampata di cinema, arte e teatro. Nel contempo, si è dedicata all'attività di editor per alcune case editrici, e ha curato l'ufficio stampa per diversi eventi culturali. A maggio 2009 ha pubblicato con l'editore Bibliopolis il saggio "Le visioni di Pasolini. Immagini di una profezia". Attualmente è caporedattore del quotidiano web www.4arts.it e collabora a progetti legati alla diffusione della cultura in contesti sociali disagiati. Inoltre, per conto della società Aram Edizioni srl, di cui è socia, organizza e promuove eventi legati alla cultura e allo spettacolo.