INDEX: in arrivo la prima Biennale su arte e tecnologia a Braga in Portogallo

Si terrà a Braga in Portogallo, la prima edizione di INDEX, Biennale su arte e tecnologia, con la direzione artistica di Luís Fernandes. E intanto Braga vuole diventare Creative City of Media Arts dell’UNESCO

Index, Braga
Index, Braga

La prima edizione di INDEX, che si terrà in vari luoghi della città di Braga, esplorerà la complessa tematica della “superficie”, intesa nelle sue multiformi declinazioni di piattaforma visiva e spazio fisico, zona di confine o di contatto, area di immersione o di emersione. Comunque la si intenda, la superficie rappresenta sempre un elemento vitale dell’ecosistema umano e naturale, e costituisce anche una potente metafora per pratiche artistiche riguardanti la tecnologia, sollevando questioni importanti che devono essere affrontate con urgenza. Come spiega il direttore Luís Fernandes, “attraverso la Biennale proponiamo un approccio critico alla tecnologia come elemento centrale di un insieme sempre crescente di pratiche artistiche, nonché una riflessione sulle implicazioni sociali ed ecologiche che la accompagnano”. Il progetto di Braga Media Arts, nell’ambito del piano d’azione di Braga come Città Creativa dell’UNESCO, promosso dalla compagnia municipale Teatro Circo de Braga EM SA, con il supporto del Comune di Braga, vede 127 progetti esposti, di singoli artisti o di collettivi da 45 Paesi. Fra le presenze, portoghesi e internazionali, confermati Florian Hecker, Peter Burr, João Martinho Moura, Tiago Patatas, Federico Campagna, Michael Marder. La Biennale sarà anche l’occasione per la prima portoghese della conferenza performativa Inside, di Frédérique Aït Touati & Bruno Latour. Il programma completo prevede mostre, conferenze, laboratori.

Un momento della presentazione di INDEX. Braga, ottobre 2021. Courtesy Braga Media Arts
Un momento della presentazione di INDEX. Braga, ottobre 2021. Courtesy Braga Media Arts

LA BIENNALE INDEX A BRAGA, UN PROGETTO DI AMPIO RESPIRO

Arte e tecnologia, un binomio che in Portogallo sta suscitando molto interesse, e che anima il dibattito pubblico, anche in prospettiva della crescita e della promozione della città di Braga su scala mondiale. Come ha infatti dichiarato Antonio Ponte, direttore per lo sviluppo culturale della regione settentrionale presso il Ministero della Cultura, la combinazione del patrimonio culturale con l’innovazione tecnologica è fondamentale per la candidatura di Braga a UNESCO Creative City of Media Arts”. Un’affermazione che sottolinea l’importanza della cultura per la crescita socio-economica, cui fa eco il sindaco Ricardo Rio, per il quale “la posta in gioco è un’occasione per l’amministrazione comunale da considerare essenziale per il posizionamento di Braga a livello nazionale e internazionale nel campo delle arti dei newmedia”. Negli ultimi quindici anni, Braga e i suoi dintorni hanno visto l’affermarsi di numerosi giovani artisti che utilizzano la tecnologia digitale come linguaggio creativo, ed è quindi venuto alla luce il potenziale creativo locale nel settore delle arti digitali. Un potenziale che concorre con entusiasmo alla costruzione della nuova identità cittadina da promuovere nel mondo.

Niccolò Lucarelli

http://www.indexmediaarts.com/ 

Sé de Braga. Courtesy visitportugal.com
Sé de Braga. Courtesy visitportugal.com
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Niccolò Lucarelli
Laureato in Studi Internazionali, è curatore, critico d’arte, di teatro e di jazz, e saggista di storia militare. Scrive su varie riviste di settore, cercando di fissare sulla pagina quella bellezza che, a ben guardare, ancora esiste nel mondo.