Arte e social: la Monna Lisa al primo posto tra le opere più postate di sempre

Quali sono le 10 opere che maggiormente catturano l’attenzione degli utenti social di tutto il mondo? La piattaforma britannica dedicata alla finanza e agli investimenti ha stilato una classifica

La Monna Lisa al Louvre di Parigi
La Monna Lisa al Louvre di Parigi

Nel continuo e ingente flusso di immagini che ogni giorno popola i social, una buona percentuale è dedicata alle opere d’arte. L’esperienza di una mostra, la visita di un museo, la passeggiata in una città d’arte: sono tutti spunti per catturare uno scatto che poi verrà pubblicato sui nostri profili, prendendo la via dello sconfinato mondo della condivisione web. Ma quali sono le opere più amate e postate dagli utenti? Questa domanda è stata il punto di partenza per la ricerca di money.co.uk, la piattaforma britannica dedicata agli investimenti e alla comparazione di diversi prodotti finanziari che, attraverso un lavoro di indagine incentrato su Instagram, è arrivata ad individuare una classifica di dieci lavori.

LE OPERE PIÙ FAMOSE DEI SOCIAL: LA CLASSIFICA DI MONEY.CO.UK

Al primo posto – ma questa non è affatto una sorpresa – troviamo la Monna Lisa di Leonardo Da Vinci: sono ben 1.940.692 gli hashtag che la rappresentano. La Gioconda, datata attorno al 1503-1504, con la sua aria enigmatica e indefinibile attira ogni anno milioni di turisti che si affollano nella stanza dove è esposta al Louvre di Parigi (i numeri sono in calo negli ultimi anni solo per cause legate al Covid), finendo inevitabilmente per essere protagonista di un nuovo post. Si difende bene anche la Notte stellata di Vincent van Gogh, dipinto realizzato nel 1889 e conservato al Museum of Modern Art di New York. Oltre a essere costantemente oggetto di merchandising – spopolano le tovagliette, le borse, le agendine, i puzzle e i più svariati oggetti che ne portano l’immagine – quest’opera è presente su Instagram con 1.733.345 hashtag. Espressione dell’animo romantico degli utenti, il Bacio di Gustav Klimt conservato alla Österreichische Galerie Belvedere di Vienna, occupa il terzo posto, con 263.001 hashtag.

MONEY.CO.UK: LE ALTRE OPERE IN CLASSIFICA

In classifica troviamo poi al quarto posto Guernica di Pablo Picasso (169,727 hashtag), American Gothic di Grant Wood al quinto (98,608), Las Meninas di Velázquez (39,969) al sesto. Chiudono la classifica il Salvator Mundi di Leonardo da Vinci (15,453), La Scuola di Atene di Raffaello (10,258), La Persistenza della Memoria di Salvador Dalí (10,074) e Il Figlio dell’uomo di Magritte (9,857), in un sovrapporsi orizzontale di epoche e stili in cui tutto viene demandato al criterio dell’attenzione social. In una parola, “all’instagrammabilità”. “Le persone sono senza dubbio alla ricerca di modi per ottenere di più dal loro denaro, tra l’aumento dell’inflazione e la recente incertezza economica, e così stanno valutando opzioni di investimento potenzialmente fruttuose”, ha spiegato Salman Haqqi, esperto di finanza di money.co.uk. “Una delle vie di investimento alternative che possono trovare redditizio è l’arte”.

– Giulia Ronchi

https://www.money.co.uk/loans/unsecured-loans.htm

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Giulia Ronchi
Giulia Ronchi è nata a Pesaro nel 1991. È laureata in Scienze dei Beni Culturali all’Università Cattolica di Milano e in Visual Cultures e Pratiche curatoriali presso l’Accademia di Brera. È stata tra i fondatori del gruppo curatoriale OUT44, organizzando mostre e workshop con artisti emergenti del panorama milanese. Ha curato il progetto Dissuasori Mobili, presso il festival di video arte “XXXFuoriFestival” di Pesaro. Ha collaborato con le riviste Exibart e Artslife, recensendo mostre e intervistando personalità di spicco dell’arte. Ha collaborato con le testate femminili Elle, Elle Decor, Marie Claire e il maschile Esquire scrivendo di arte, cultura, lifestyle, femminismo e storie di donne.