Miravilius, la startup che organizza tour guidati da tutto il mondo in live streaming

Guide turistiche abilitate raccontano, in diretta streaming dal posto, le bellezze delle città d’arte di tutto il mondo a persone collegate via Zoom. Il servizio offerto da Miravilius è pensato per tutti coloro che non possono viaggiare, come anziani, persone con difficoltà motorie ed economiche

Spagna - Live Tour Miravilius

Dopo quasi due anni di chiusure e restrizioni, con il conseguente aumento dell’utilizzo delle tecnologie digitali per lavorare, restare in contatto con gli altri e concedersi momenti di svago, il desiderio che accomuna milioni di persone è quello di tornare a vivere come un tempo, “dal vivo” e non più online, viaggiando e spostandosi da una città all’altra. Visitare mostre e partecipare a visite guidate finalmente non è più un’utopia anche se, a prescindere dalla pandemia, tante persone sono costrette a precludersi questo tipo di occasioni. Qualche esempio? Gli anziani, chi è affetto da difficoltà motorie o economiche. Per tutte queste persone che per vari motivi non possono spostarsi liberamente, arriva un progetto che consente loro di vivere l’emozione di visitare una città d’arte o un museo che si trova in un’altra città o addirittura un altro paese o continente: è questa l’idea che ha avuto Miravilius, startup che dà la possibilità di viaggiare virtualmente, rendendo quindi questa esperienza accessibile a tutti.

Miravilius - piattaforma
Miravilius – piattaforma

I LIVE TOUR DI MIRAVILIUS. COME FUNZIONANO

Miravilius è una piattaforma di live streaming che permette di partecipare a visite guidate virtuali però in diretta, grazie alla presenza di guide turistiche sul posto. I Live Tour, in italiano, spagnolo e inglese, portano così i viaggiatori virtuali per le strade, i musei e i siti culturali delle città di tutto il mondo e, proprio come accade durante una visita dal vivo, è possibile interagire con la guida turistica, chiedendo curiosità e approfondimenti. Per usufruire del servizio, è necessario registrarsi al sito di Miravilius e quindi acquistare l’offerta che si preferisce, della durata di 7, 30 o 90 giorni. Alla data e all’orario stabilito per il Live Tour, basta accedere alla scheda del tour e cliccare su “guarda ora in diretta Zoom”. A questo punto, la guida abilitata si collegherà in diretta sul posto e accompagnerà i visitatori alla scoperta della destinazione turistica.

MIRAVILIUS: UN PROGETTO PER RENDERE LA CULTURA ACCESSIBILE A TUTTI

Accessibilità e inclusività sono i concetti alla base della missione di Miravilius; ragione, questa, che ha portato la startup a collaborare con RSA e organizzazioni non profit. In sinergia con l’RSA Casa Sacro Cuore di Pianello del Lario della Congregazione delle Suore Guanelliane, di recente 25 ospiti over 80 della struttura sono stati “in viaggio” a Parigi; mentre in collaborazione con Volunteers Foundation, organizzazione non profit inglese che da anni si occupa di educazione in Kenya, 25 adolescenti degli slum di Nairobi hanno vissuto l’esperienza del Live Tour a Città del Capo. “Fin dal principio, il nostro obiettivo è stato quello di supportare il settore del turismo fermo ormai da troppo tempo. Il nostro progetto intende far lavorare il più possibile sia le guide turistiche italiane sia quelle basate all’estero, soprattutto nelle località che vivono di turismo internazionale”, spiega Massimiliano La Rocca, founder di Miravilius. “Vogliamo tenere alto l’interesse e la curiosità nei confronti dei luoghi ancora da scoprire che abbiamo la fortuna di avere sul nostro pianeta e sapere che stiamo dando questa possibilità a persone che vivono in situazioni particolari ci riempie di orgoglio”.

– Desirée Maida

www.miravilius.live

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Desirée Maida
Desirée Maida (Palermo, 1985) ha studiato presso l’Università degli Studi di Palermo, dove nel 2012 ha conseguito la laurea specialistica in Storia dell’Arte. Palermitana doc, appassionata di alchimia e cultura giapponese, approda al mondo dell’arte contemporanea dopo aver condotto studi sulla pittura del Tardo Manierismo meridionale (approfonditi durante un periodo di ricerche presso la Galleria Regionale della Sicilia di Palazzo Abatellis) e sull’architettura medievale siciliana. Ha scritto per testate siciliane e di settore, collaborato con gallerie d’arte e curato mostre di artisti emergenti presso lo Spazio Cannatella di Palermo. Oggi fa parte dello staff di direzione di Artribune e cura per realtà private la comunicazione di progetti artistici e culturali.