Creare un’opera d’arte è un gioco. Il progetto Sibi Jr di Roberto Fassone

Un pdf da scaricare, un dado e molta fantasia. Bastano queste tre cose per partecipare al progetto di Roberto Fassone, che mette online il suo gioco per bambini prodotto in collaborazione con la fondazione romana smART Polo per l’arte.

Roberto Fassone e i bambini del workshop Artisti in erba, smArt Polo per l'arte, Roma
Roberto Fassone e i bambini del workshop Artisti in erba, smArt Polo per l'arte, Roma

In questi giorni di reclusione forzata, che si stanno rivelando particolarmente difficili da affrontare per i più piccoli, costretti a rinunciare alla scuola e a tutte le attività ricreative, l’artista astigiano Roberto Fassone ha pensato di rendere disponibile online Sibi jr. Il progetto, un gioco per bambini che contiene le istruzioni per produrre un’opera d’arte, è nato nel 2016 in occasione del workshop Artisti in erba promosso dalla fondazione romana smART Polo per l’arte.

COME GIOCARE

Per provare a giocare basta scaricare il pdf, recuperare un dado e seguire scrupolosamente le istruzioni fino al completamento dell’opera, che può essere un collage, un disegno, una storia, una fotografia oppure uno spettacolo. L’idea alla base di Sibi jr, evoluzione di un progetto più ampio che Fassone porta avanti ormai dal lontano 2012, è quella di sfidare le capacità creative di ognuno facendole lavorare all’interno di una serie di vincoli che vengono stabiliti in maniera randomica. Le versioni di Sibi negli anni sono state molte, dalla prima release, in forma di manoscritto, fino al software, giocabile quindi tramite computer.

LA PRIMA VERSIONE

La prima versione si intitolava ‘Artwork Generator’ ed era un gioco con i dadi. Nell’autunno dello stesso anno durante una residenza in Spinola Banna con Massimo Bartolini, ho deciso (dietro consiglio dello stesso Massimo), di ampliare il gioco e di sfruttarlo come mia tesi di laurea”, aveva spiegato Fassone a Filippo Lorenzin proprio sulle pagine di Artribune, “questa prima versione si presentava come un cybertesto che poteva essere giocato con i dadi. La decisione di trasformarlo in software nel 2012 derivava dalla volontà di fare del progetto qualcosa di più accessibile. Sibi è nato originariamente dalla necessità di sviluppare una matrice in grado di replicare il mio modo di progettare, che ha una forte attitudine ludica. Volevo in qualche modo rendere più serio il concetto di gioco e meno serio il concetto di opera d’arte”.

SCARICA IL GIOCO
www.sibisibi.com

Dati correlati
AutoreRoberto Fassone
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.