Altaroma, la moda ritorna nella Capitale dopo il lockdown

Dal 15 al 17 settembre Roma ospita di nuovo la kermesse capitolina dedicata ai creativi e agli emergenti del fashion made in Italy. Tre giorni di sfilate, mostre, proiezioni, eventi reali nella nuova sede di Palazzo Brancaccio e virtuali in streaming grazie a una piattaforma digitale. Mentre il concorso di talent scouting “Who Is On Next?” giunge alla sua 16esima edizione.

Rimandata a settembre a causa dell’emergenza pandemica, la kermesse Altaroma ritorna nella Capitale dal 15 al 17 settembre. La tre giorni sceglie come headquarter delle sfilate reali e virtuali Palazzo Brancaccio, in viale del Monte Oppio, e contingenta gli ingressi a presentazioni e fashion show solo agli addetti ai lavori nel rispetto delle misure igienico-sanitarie.
La mission della manifestazione, con il placet della presidente Silvia Venturini Fendi e del direttore generale Adriano Franchi, è chiara: supportare i talenti offrendo una vetrina di visibilità agli emergenti in un’ottica di internazionalizzazione di fronte alle sfide dei mercati italiani ed esteri colpiti dalla crisi economica, che è la naturale conseguenza dell’allarme Covid-19. Ma Altaroma non molla e guarda avanti.

Gustavo Marco P. Cipolla

1. DAY 1: TALK, MOSTRE E I FINALISTI DI “WHO IS ON NEXT?”

Officine di Talenti Preziosi. Marina Ettorri, Coscienti. Photo credits Valerio Polici

Si parte martedì 15 con un talk show il cui tema è il supporto delle istituzioni alla creatività dei giovani della moda made in Italy al Giardino del nuovo quartier generale. Il primo giorno opening dalle ore 11.30 nei Saloni del Palazzo del progetto Showcase, che proseguirà sino a giovedì 17, con l’esposizione delle capsule primavera-estate 2021 e incontri con buyer e operatori del trade. Ready to wear, estro e originali punti di vista fra tocchi artistici e design nell’imperdibile promenade all’interno delle architetture in centro città. Partecipano Adelaide C., Blue of Kind, Double, Irma Cipolletta, Gaiofatto, Giulia Barela Jewelery, Gaetano Pollice, Mich Vasca, Michele Chiocciolini, Vescovo, Giuliana Mancinelli Bonafaccia, Amato Daniele e molti altri. Per le passerelle collettive di Rome is my runway, sempre il 15 alle ore 12.30 allo Spazio Field del Brancaccio, scendono in pista il primo giorno Andrés Romo, Roni Studio, Salvatore Vignola e Sartoria 74. Non solo tendenze e savoir faire artigianale, ma anche etica sociale e ambientale. Come nelle pregiate creazioni dei designer dell’associazione non profit Officine di Talenti Preziosi (OTP), presieduta da Marina Valli affiancata dalla vicepresidente Gioia Capolei, che, alle ore 16, nello spazio della galleria Incinque Open Art Monti dell’architetto Monica Cecchini, inaugurano la mostra OasiNuovi approdi per larte dellornamento: gioielli, mascherine couture e borse ispirati al Coronavirus per esorcizzare il difficile periodo che si sta attraversando. E ancora bracciali, anelli, orecchini, amuleti porte-bonheur e un cortometraggio “neorealista”, visibile sulla piattaforma digitale di Altaroma, realizzato dalla filmmaker Caterina Biasiucci in collaborazione con il fotografo Valerio Polici.
The Nymph, alle ore 17.30 allo Spazio Field, è il titolo della sfilata estiva di Gretel Z., mentre Who Is On Next?, il concorso di scouting organizzato in sinergia con Vogue Italia, alle ore 19.00 apre le porte della 16esima edizione. Iindaco, Melip e Zeroundicieyewear sono i finalisti della sezione accessori, tra gli stilisti si contendono il podio per l’abbigliamento AC9, Alexandre Blanc, Dalpaos, Des Phemmes, Dima Leu, Francesco Murano, Gall, Roi Du Lac e Vaderetro.

2. DAY 2: MEETING, VIDEO E FASHION FILM

Accademia di Moda Maria Maiani. Photo credits Altaroma

Mercoledì 16 settembre l’argomento del meeting a Palazzo Brancaccio è la sostenibilità, con un occhio di riguardo per le start-up innovative e le piccole imprese. Una tavola rotonda che offrirà validi spunti di riflessione sull’imprenditoria giovanile e green, considerando la situazione socio-economica e l’attualità post-lockdown. Alle ore 12.00, Casa Preti presenta Luce Luce Luce per la spring-summer 2021, Antonio Falanga e Grazia Marino hanno pensato alla Città Eterna come set ideale dei capi couture delle Gemelle Donato, Roberta Audibert e Roberta Baiardi, Flavia Lecci in occasione del Creative District (ore 15.00) al Margutta Veggy Food & Art di Tina Vannini, nella celebre via degli artisti dove Pablo Picasso si lasciò ispirare dalle suggestioni architettoniche capitoline. Proiezioni video nell’unico happening che celebra ciò che resta dell’alta moda a Roma. L’Accademia Maria Maiani gioca con Il Colore dei sogni dei suoi allievi in un fashion film visibile alle ore 16.00 sulla piattaforma digitalrunway.altaroma.it; interessante l’opera filmica online degli studenti della NABA – Nuova Accademia di Belle Arti alle 17.00. Poi Francesca Cottone con Maingender: main + gender = human, oltre i generi e le tendenze in una sfilata visionaria; alle 19.30, per la seconda puntata di Rome is my runway, ecco Chiara Perrot, Dassù y Amoroso, Ellementi e Francesca Marchisio.

3. DAY 3: FORMAZIONE, WEBINAR E TALENTI IN PASSERELLA

Caterina Moro. Photo credits Altaroma

L’ultimo giorno inizia alle ore 10 nel secret garden di Palazzo Brancaccio con un incontro sui mestieri e le opportunità professionali del domani nel settore moda, focus sulle future generazioni. Cosa significa lavorare oggi nel fashion system? Quali sono i mestieri maggiormente richiesti? Su cosa è necessario puntare e dove bisogna studiare per entrare a far parte come professionisti di un universo molto selettivo ma, allo stesso tempo, magico e appassionante? Le risposte nel dibattito che, in mattinata, accoglierà chi desidera saperne di più. Alle ore 12.00, S.U.D. protagonista nella collezione di Caterina Moro, eclettica stilista che nella scorsa edizione aveva stupito con una linea ecosostenibile che evocava passeggiate nei boschi e il contatto diretto con la natura. Back to black, Paint it black è l’evento di formazione ideato dall’Accademia di Belle Arti di Frosinone, previsto per le 15.00, e dedicato a chi ama l’arte ma non vuole metterla da parte insieme alle sue differenti e poliedriche connessioni modaiole. Nel pomeriggio di giovedì 17 settembre, dalle 16.00, webinar all’Ambasciata britannica, moderato dall’ambasciatore Jill Morris, sulla diversità nell’industria del fashion per combattere il razzismo, valorizzando il concetto di inclusione. Dalle 18.00, la Cartomanzia e i tarocchi nello show di Leolsd, Feelomena, Maria Sapio, Morfosis e Valentina Poltronieri, nell’ambito del terzo episodio di Rome is my runway, chiudono Altaroma.
La manifestazione sarà visibile anche in modalità on-demand sulla piattaforma digitalrunway.altaroma.it.

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Gustavo Marco P. Cipolla
Classe 1984, calabrese di origini, romano di adozione, Gustavo Marco P. Cipolla è un cittadino del mondo. Ama viaggiare, quando gli è possibile, e confrontarsi con realtà e culture sempre differenti. Le sue esperienze formative e professionali sono diverse: dalla Laurea in Relazioni Internazionali ai Master in Marketing e Comunicazione degli Eventi artistici, culturali e dello spettacolo e in Comunicazione e Giornalismo di Moda. Collabora con alcune testate dove scrive, senza la pretesa di essere un critico, di moda, arte e cultura. È stato stagiaire nelle Organizzazioni Internazionali e ha svolto, e svolge, l’attività di press officer nel mondo della musica, nell’universo della moda e ha anche curato l’ufficio stampa di alcune compagnie teatrali indipendenti. Crede fermamente nel talento (degli altri) e sostiene che i giovani di oggi, grazie alle giuste opportunità, diventeranno gli adulti di domani.