10 anni di ASVOFF. E il Fashion Film Festival di Diane Pernet lancia un contest dedicato a Roma

Tre giorni di proiezioni dedicate alla moda, allo stile al culto della bellezza. Il festival ideato dall’iconica Diane Pernet festeggia il suo decennale a Roma, con il supporto di Bulgari e il lancio di un contest speciale dedicato alla Città Eterna, come musa d’eccezione

My Dear Diary by Diane Guais

Per chi si occupa di moda ASVOFF – A Shaded View on Fashion Film è un appuntamento imperdibile: il festival offre – attraverso il formato del cortometraggio – uno sguardo inedito sul mondo fashion, scuotendone i parametri tradizionali e ibridandone i linguaggi con quelli del cinema e dell’arte contemporanea. Ideato da Diane Pernetgrande dame della moda internazionale, giornalista e pioniera del blogging – il festival compie 10 anni: la celebrazione di questo traguardo sarà a Roma, nell’ambito del grande evento dedicato all’audiovisivo e ai mestieri del cinema, Videocittà, dove anche la moda avrà il suo ruolo, con la partecipazione di brand come Fendi e Gucci.

IL DECENNALE A ROMA E IL NUOVO CONTEST

ASVOFF festeggerà il suo decennale con una tre giorni – dal 20 al 22 ottobre – in un’edizione curata da Alessio de’ Navasques e supportata da Bulgari, che ha deciso di sostenere il progetto rinnovando il suo interesse per la promozione di una nuova generazione di videomaker, che lavorano tra cinema e moda. Alla Città Eterna e al suo indissolubile rapporto con la creatività sartoriale e l’immagine in movimento, è dedicato un contest speciale, che affiancherà la consueta competizione dei corti selezionati per il festival. Il tema del concorso lanciato per celebrare l’anniversario è Your personal affair with Rome, i corti dovranno avere la durata di un minuto e potranno essere inviati fino al prossimo 8 ottobre: quelli selezionati saranno proiettati durante il festival.

IL PROGRAMMA E LA GIURIA

Nella sua edizione romana, ASVOFF affiancherà alla visione dei fashion film, una serie di incontri con registi, produttori e scrittori; tra le anticipazioni, la proiezione di Make/Believe the story of an influencer, Can’t Nobody Else Love You di Ivan Olita, A.K.A. Susan Bottomly di Michel Haddi e un tributo a John Malkovich come regista di tre fashion film per il brand Bella Freud. Julian Landais offrirà un’anteprima di The Aspern Papers, tratto dall’omonimo racconto di Henry James e interpretato da Jonathan Rhys Meyers e Vanessa Redgrave. Una giuria d’eccezione presieduta da Rossy de Palma e Jean Paul Gaultier e che annovererà tra i membri ORLAN, Élisabeth Quin, Michèle Lamy, Rick Owens e Eric Daman, premierà i corti in concorso.

Beyond the Walls of Eden by Scarlett Rouge and Saulo Madrid
Beyond the Walls of Eden by Scarlett Rouge and Saulo Madrid

TRA ARTE CONTEMPORANEA E MODA

Già ospitato in prestigiose istituzioni ed importanti eventi internazionali – dal Centre Pompidou al Festival di Cannes, da Art Basel Miami al Guggenheim, dal Caixa Forum di Barcellona al Barbican di Londra – ASVOFF si è ritagliato un ruolo in quella nicchia creativa che opera sul margine ibrido che connette la moda all’arte contemporanea. Così il festival di Diane Pernet ha coinvolto un insieme eterogeneo e sempre più numeroso di celebrities, di grandi nomi del fashion system e di outsider: da Chris Cunningham a Tilda Swinton, da Chloë Sevigny a Bruce Weber, da Larry Clark ad Anna Dello Russo, da Erwin Olaf ad Ellen von Unwerth.

Maria Cristina Bastante

https://www.ashadedviewonfashionfilm.com/
Per partecipare al contest [email protected]

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI

LEAVE A REPLY