City Booming, arriva a Monza la città costruita con 7 milioni di mattoncini Lego

60 metri quadrati di case, negozi, strade, ponti, palazzi interamente costruiti con i mitici mattoncini Lego. La città in miniatura ospita anche personaggi famosi e supereroi, naturalmente a misura di mattoncino

Una città di oltre seimila abitanti, con una vasta offerta di servizi e attività per il tempo libero, tra cui un centro commerciale, una fioreria, una pasticceria, ma anche un negozio di giocattoli e quello di animali, un luna-park, un quartiere residenziale con il barbiere e un negozio di costumi. E se vi pare ancora poco, questa speciale città è forse tra le più sicure al mondo, visto che a vegliare sui suoi abitanti sono Batman, Wonder Woman e Spiderman, per non contare poi dei vip che la abitano, come Sean Connery e Harrison Ford, ma anche la famiglia Simpson e la Sirenetta. Se vi è venuta voglia di fare una gita – o di trasferirvi! – in questa città dei sogni, vi diciamo subito che si tratta di City Booming Monza, il diorama di 60 metri quadrati della città costruita con oltre 7 milioni di mattoncini Lego. L’Arengario di Monza ospiterà dal 5 ottobre al 6 gennaio 2020 il progetto ideato da LAB Literally Addicted to Bricks insieme a Giuliamaria e Gianmatteo Dotto Pagnossin, prodotto e organizzato da ViDi in collaborazione con il Comune di Monza. Un’occasione di gioco e divertimento da non perdere per i bambini, ma anche per gli adulti. Ecco alcune immagini della città Lego…

– Desirée Maida

Evento correlato
Nome eventoCity Booming Monza
Vernissage05/10/2019 no
Duratadal 05/10/2019 al 06/01/2020
Generedesign
Spazio espositivoPALAZZO DELL'ARENGARIO
IndirizzoPiazza Roma - Monza - Lombardia
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Desirée Maida
Desirée Maida (Palermo, 1985) ha studiato presso l’Università degli Studi di Palermo, dove nel 2012 ha conseguito la laurea specialistica in Storia dell’Arte. Palermitana doc, appassionata di alchimia e cultura giapponese, approda al mondo dell’arte contemporanea dopo aver condotto studi sulla pittura del Tardo Manierismo meridionale (approfonditi durante un periodo di ricerche presso la Galleria Regionale della Sicilia di Palazzo Abatellis) e sull’architettura medievale siciliana. Ha scritto per testate siciliane e di settore, collaborato con gallerie d’arte e curato mostre di artisti emergenti presso lo Spazio Cannatella di Palermo. Oggi fa parte dello staff di direzione di Artribune e cura per realtà private la comunicazione di progetti artistici e culturali.