DiDe – Distretto del Design. Un progetto di rilancio del centro di Genova

Un progetto ideato da alcuni imprenditori che gravitano attorno a Piazza dei Giustiniani, e che hanno fatto della loro passione per il design uno strumento per rilanciare il quartiere. Ci racconta il progetto il Presidente dell’associazione, Elisabetta Rossetti

Piazza dei Giustiniani
Piazza dei Giustiniani

Anche Genova avrà la sua design week. Si chiama DiDe e si svolge fino al 30 novembre per volontà di 14 imprenditori che lavorano nei dintorni di Piazza dei Giustiniani, tutti accomunati da due grandi passioni: il centro storico di Genova e il design. “Proprio per rivalutare e rivitalizzare questa parte di città abbiamo deciso di creare DiDe – Distretto del Design”, racconta il Presidente dell’associazione che promuove la design week, Elisabetta Rossetti, “con lo scopo di dare a questa piazza e ai suoi dintorni una connotazione specifica, cercando di coinvolgere in questo progetto tutte le attività commerciali presenti in zona. L’obiettivo è far diventare Piazza dei Giustiniani un punto di riferimento per il design nazionale e internazionale”. Oltre al presidente l’associazione è composta da Ferdinando Bonora, Ettore Piras e Loredana Trestin di CAD / Creativity Art Design, da Beppe Veruggio e Pasquale Violi di Firma, da Carmen Sidoti, dell’omonimo marchio, da Iris Keci, Gianluigi Rossi e Matteo Rossi di Spazio Giustiniani, da Laura Palazzini, Monica Palazzini e Miria Uras di Spazio Liquido e da Elisabetta Rossetti dello studio che porta il suo nome. Il lavoro di squadra, unito al forte entusiasmo delle persone coinvolte, “è stata la chiave vincente”, afferma Elisabetta Rossetti, “perché ognuno con le proprie competenze e capacità ha contribuito alla realizzazione del progetto”.

LA “RIVE GAUCHE”

Il fulcro del DiDe ruota attorno alla piazza che fu dei Giustiniani, potente consorzio di famiglie che con la loro maona, associazione imprenditoriale semipubblica fondata nel 1347 e perfezionata nel 1362, furono signori di varie basi nel Mediterraneo orientale e soprattutto dell’isola di Scio (oggi Chios), conquistata dai turchi nel 1566”, spiega lo storico Ferdinando Bonora. “Nel corso del XIX e XX secolo, con la graduale destinazione degli antichi palazzi a nuovi usi commerciali o residenziali di più modesto livello, qui si insediarono anche mobilifici, negozi di tessuti e altre attività che rendevano vivi questi vicoli e alle quali ci si ispira oggi per riproporre in forme diverse nuove occasioni di frequentazione e rivitalizzazione di una porzione di città splendida, ma non conosciuta e goduta quanto merita”. Il Distretto del Design si estende in quella che viene chiamata la “rive gauche” di Genova in Via San Lorenzo, una porzione di centro storico con strade dall’impianto regolare, meno frequentata da turisti e genovesi.

Elementari di Di Benedetto Scotti Ph. Greta Grasso
Elementari di Di Benedetto Scotti Ph. Greta Grasso

LA DESIGN WEEK

Il primo evento organizzato da DiDe? La Design Week che vede, fino al 30 novembre, le opere di 12 designer esposte in varie attività commerciali della zona. Questo format non è nuovo a Genova: “nel 1786 Gerolamo Grimaldi e altri illuminati aristocratici fondarono a Genova la ‘Società Patria delle Arti e Manifatture’, con lo scopo di incentivare le produzioni di qualità e promuoverne il commercio”, torna a spiegarci Bonora. “Nel 1789 si avviarono periodiche esposizioni di tessuti, ceramiche, argenti, arredi e altri manufatti, presentati insieme a sculture e dipinti senza discriminazioni fra generi ‘maggiori’ e ‘minori’, con lotterie, concorsi e premi. Esse non erano concentrate in un solo luogo, ma distribuite per tutta la città, in atri e cortili di dimore dei munifici promotori, aperti al pubblico per l’occasione”. Le attività commerciali, anche quelle meno inerenti, hanno partecipato con entusiasmo a questa iniziativa lasciando degli spazi a disposizione per l’esposizione. All’interno dell’iniziativa viene proposto l’evento parallelo Made in dAD, che nasce per voler dare visibilità a designer emergenti, tutti ex studenti del Dipartimento di Architettura e Design di Genova.

-Ilaria Bulgarelli

 

Genova// fino al 30 novembre 2018
Design Week
Piazza dei Giustiniani, 16123, Genova

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Ilaria Bulgarelli
Ilaria Bulgarelli (Roma, 1981) ha studiato presso l’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”, conseguendo la laurea triennale in Ingegneria Edile, poi presso “Sapienza Università di Roma”, per terminare i suoi studi con la laurea specialistica in Architettura. Un mix di studi scientifici e creativi che si vanno a fondere con la sua passione per l’arte. Sarà proprio questa passione a condurla verso l’arte contemporanea frequentando il Master of Art della LUISS Creative Business Center. Una formazione che le permette di curare mostre dal progetto curatoriale all’allestimento, collaborando così con artisti di arte contemporanea. È uno stage presso la redazione di “Rai Arte” e una collaborazione con l’ufficio stampa di MondoMostre, a portarla verso la comunicazione e il giornalismo.