Chart Art Fair a Copenhagen inaugura la stagione delle fiere. Le immagini

Dopo la pausa estiva riprende il calendario internazionale delle fiere. Si parte da Copenhagen con Chart Art Fair e Code, di scena fino al 2 settembre. Le immagini

The Reykjavik Collection from Now Nordic curated by Adorno
The Reykjavik Collection from Now Nordic curated by Adorno

A Copenhagen la stagione fieristica dedicata all’arte ha appena preso avvio:  vi abbiamo già parlato di Code Art Fair, e fino al 2 settembre sarà di scena anche Chart Art Fair, rassegna che quest’anno inaugura una innovativa sezione, dal titolo Chart Design, presso il Den Frie Centre of Contemporary Art, invitando cinque paesi nordici. L’intento è esplorare il design da collezione proveniente non solo dalla Danimarca, ma anche da Svezia, Norvegia, Finlandia e Islanda.

LA FIERA

Chart Art Fair è la principale fiera d’arte contemporanea nordica nata nel 2013 dall’alleanza tra alcune delle più preminenti gallerie di Copenhagen: Susanne Ottesen, Bo Bjerggaard, V1, Andersen’s e David Risley. L’edizione di quest’anno della fiera ospita 44 gallerie, e presenta un programma suddiviso in sezioni tematiche che ha come scopo quello di mettere in relazione diverse discipline e di promuovere l’arte emergente dei paesi scandinavi: Talks, Performance, Films, Architecture, Social, Emerging, Curio e Design, quest’ultima una novità di Chart 2018.

Now Nordic curated by Adorno
Now Nordic curated by Adorno

IL NORDIC DESIGN

Sebbene l’etichetta di Nordic Design possa sembrare una modalità ineccepibile per definire questo progetto, rievocando gli stereotipi di linearità delle forme e di un utilizzo naturale, essenziale dei materiali, in questo frangente, attraverso la giustapposizione di collezioni di oggetti contemporanei, la conoscenza sul design del nord evolve e si diversifica. Designer e progetti provenienti da cinque paesi scandinavi, a cura della piattaforma per la ricerca di design da collezione Adorno (fondata da Kristian SnorreAndersen e Martin Clausen nel 2017), provano a delineare una cultura rinnovata nel vivere il design domestico, lasciando intuire nuove prospettive e approcci di talenti meno noti.

COSA VEDERE

Cinque curatori selezionati da Adorno, ognuno dei quali ha strutturato le proposte allestite nei cinque piani dove si disloca la manifestazione, accostano la delicatezza di manufatti specchianti, di vasi in ceramica, di lampade colorate, porta oggetti tattili e tavolini in carta e fibra di vetro. Dai 5 ai 7 oggetti appartenenti a studi e nomi differenti. Ecco alcuni nomi. La Collezione Copenhagen curata da Pil Bredahle mostra lavori di Nikolaj Steenfatt, Jonas Edvard, Gurli Elbækgaard, Astrid Tolnov, Alexandru Murar, Tina Austen Petersen, Netter Andresen e Stine Linnemann. La Collezione Stoccolma, curata da Rebecca Ahlstedt, seleziona oggetti di Lotta Lampa, Sara Lundkvist, Elsa Chartin, Lith Lith Lundin, Fredrik Färg and Emma Marga Blanche e Petra Lilja. Mentre Kråkvik & D’Orazio, curator della Collezione Oslo ha proposto Pettersen & Hein, Eyvind Solli Andreassen, Marianne Andersen and Victoria Gunzler, Runa Klock, Cosmin Cioroiu and Kathrine Lønstad, Kim Thomé, Vera & Kyte.

IN MOSTRA ANCHE ONLINE

Questa esposizione proposta da Chart Art Fair verrà presentata online e introdotta, de visu, da alcuni incontri all’insegna del Nordic design and craft culture in a globalised digital world. Tra gli ospiti invitati a discuterne sono stati chiamati Halla Helgasdóttir (Managing Director dell’Iceland Design Center), Hege Henriksen (Direttore di Norwegian Crafts) e anche Pernille Stockmarr (Curatrice presso il Design Museum Denmark).

– Ginevra Bria

Copenhagen // fino al 2 settembre
CHART DESIGN, Room 4
Den Frie Centre of Contemporary Art
Oslo Plads 1
www.adorno.design
www.chartartfair.com

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Ginevra Bria
Ginevra Bria è critico d’arte e curatore di Isisuf – Istituto Internazionale di Studi sul Futurismo di Milano. È specializzata in arte contemporanea latinoamericana.